La mia giornata come tester per un giorno insieme ad altre 9 motocicliste tra le curve bergamasche con Moto.it

Non ho avuto un attimo di esitazione quando ho letto il post di Moto.it per fare da “tester per un giorno” sulla nuova KTM Duke 390.

Un video di presentazione, una breve descrizione sulla mia passione per le due ruote e sono tra le 10 fortunate motocicliste selezionate per vivere una giornata-tipo come vere tester.

15 giugno direzione Bergamo verso la sede di KTM Italia. Il meteo non promette nulla di buono, ma il mio entusiasmo non ne risente affatto.

Arrivo in perfetto orario come tutte (cosa non scontata per delle signorine, ma quando la passione chiama…).

Mi accoglie il sorriso di Roberto Rossi di KTM insieme a Maurizio Vettor e Cristina Bacchetti, giornalisti di Moto.it nonché fotografi e cameramen pronti a immortalare i nuovi volti di questa iniziativa tutta al femminile con hashtag # kuoterosa.

Curiosa di scoprire cosa ci aspetta, seguo con attenzione il briefing rapido ed esaustivo che il simpaticissimo amministratore delegato di KTM Italia, Angelo Crippa, tiene per noi presentandoci la vera protagonista della giornata, la Duke 390 2017.

Dotazioni e tecnologia d’avanguardia per la piccola naked austriaca: faro a LED, nuova strumentazione con display che cambia colore adattandosi alla luminosità, serbatoio in metallo, telaio imbullonato anziché saldato, leve regolabili, ABS, forcella e mono WP.

Non vedo l’ora di provarla!

Tutte in fila per noi, le 10 agili Duke ci attendono. Ho già scelto la mia, rigorosamente arancio!

Foto di rito, casco Airoh ben allacciato e si parte verso l’Altopiano del Selvino.

Sento subito la leggerezza e l’agilità di una moto che, seppur di piccola cilindrata, ha grinta e si arrampica su per le curve con estrema facilità. Controllo e frenata mi convincono insieme alla prontezza nell’accelerazione. Posizione di guida comoda, strumentazione intuitiva e di facile lettura. Meno piacevole il rumore della ventola di areazione.

Il Selvino è conquistato. Ora si passa per l’Orrido di Bracca apprezzando un misto veloce molto coreografico tra cascate e gole per poi fermarci a San Pellegrino Terme per il pranzo.

Rimontiamo in sella e ci dirigiamo verso la Airoh Helmets, casa produttrice di caschi tutta italiana, che apre le sue porte a noi. Davide e Angela Locatelli ci accompagnano in un interessante tour nell’unica sede bergamasca. Qui c’è tutta la filiera, dalla progettazione ai test di omologazione.

Resto affascinata dall’eccellenza nei dettagli. Eccellenza che ho il piacere di provare durante tutta la giornata calzando uno dei loro prodotti.

Ma le curve non sono finite e la bellezza di Bergamo Alta mi fa apprezzare ancora una volta il brioso motore monocilindrico. E’ proprio in queste strade che la Duke 390 dà il meglio si sé.

Si rientra in sede KTM attraverso un traffico cittadino da ora di punta che non lascia più spazio a piacevoli scorrazzate. Il caldo si fa sentire ma siamo ancora tutte entusiaste di questa fantastica esperienza che ci ha viste protagoniste.

Un’ultima occasione per uno scambio di impressioni sulla moto e una breve intervista a Moto.it per concludere. Qualcuna di noi sta già pensando al prossimo acquisto. Altro che shopping!

Insomma mi sono divertita, tra professionisti e donne piene di vitalità e passione.

Complimenti a tutto lo staff di KTM Italia e Moto.it e alle mie compagne di avventura.

Ester Memeo
(La Pester)