Per il Motoraduno Internazionale dello Stelvio avevo in dotazione il casco Viper TR8 della Premier.

Pensavo, essendo motociclista con abbastanza esperienza, che probabilmente avrei trovato delle difficoltà nell’indossare per tante ore un casco nuovissimo.

Il Premier Viper invece mi ha sorpresa per la comodità immediata.

Niente fastidi, niente dolori.

Ha una calzata avvolgente, l’imbottitura è morbida, nessuno scricchiolio, pochissimi spifferi e quindi sufficientemente silenzioso.

Leggendo qui e là ho scoperto che la calotta esterna è stampata in materiale termoplastico ad alta resistenza agli urti e con la capacità di dissipare l’energia derivante da un impatto.

La visiera è solida, con scatti precisi (facilmente estraibile per essere pulita), il visierino parasole interno è comodissimo e abbastanza ampio da non falsare la visuale.

Ho provato ad infilare gli occhiali e non li ho trovati fastidiosi , come per tutti i caschi integrali è però un po’ complicato indossarli.
L’unica pecca che ho trovato è che non c’è nessuna particolare predisposizione per gli auricolari dell’interfono, che credo sia ormai fondamentale.

ESTETICA:
Molto bello anche come grafica, curato nei dettagli e aerodinamicamente ha un’ottima ventilazione grazie alle prese d’aria (sullo Stelvio tutte rigorosamente chiuse causa rischio congelamento) e le bocchette sono facili da aprire e chiudere anche con i guanti.
Paranaso ,sottogola e predisposizione Pinlock antiappannamento completano le dotazioni.

GIUDIZIO FINALE:
casco comodo, bello e sicuro… APPROVED!

 

 

Tutte le informazioni sui caschi Premier: www.premier.it

Miriam Mimì De Gregorio
Copyright MissBiker 2017