Resoconto della gara di Moto GP: Circuito di Losail (QATAR)

Dopo un fine settimana davvero impegnativo dal punto di vista meteorologico, tra qualifiche cancellate e pista allagata, finalmente si può tornare “tutti in piedi sul divano” per seguire il tanto atteso appuntamento con il Motomondiale, ripartito dal Qatar nella serata di domenica in versione ridotta di soli 20 giri.

La prima gara della stagione segna davvero un ottimo esordio per il nuovo acquisto del Team Yamaha, Maverick Viñales, che centra il primo posto apparentemente senza particolari difficoltà, in continuità con gli ottimi risultati ottenuti nelle prove e nei test. Nonostante le condizioni della pista non fossero ottimali e i continui rinvii della partenza, rimane lucido e porta a casa la sua prima bellissima vittoria.

Proprio le condizioni dell’asfalto invece hanno reso cauto Dovizioso che, in una pista solitamente favorevole per la sua Ducati, decide di conservare le gomme, avendo montato una soft che non è ideale per questo tipo di gara, e si accomoda, non senza lottare però fino all’ultimo per la gioia dei tifosi italiani, al secondo posto.

Grande rivelazione invece la prestazione di Rossi, in condizioni pessime per tutto il week end sia nel fisico che nel settaggio della moto, che strappa alla fine un ottimo terzo posto dopo aver provato ben quattro setting diversi, risolvendo in parte i suoi problemi con la gomma anteriore e ricavando nuovi spunti su cui lavorare per continuare a fare bene.

Non pervenuti Marquez e Lorenzo: il primo, non particolarmente brillante fin dalle prime fasi, che si perde in un deludente quarto posto, staccato dal Dottore di oltre 6 secondi; il secondo, apparentemente in difficoltà con la nuova moto e ancora tanta strada da fare per trovare il giusto feeling con una Ducati che non tollera le indecisioni, che non va oltre l’undicesima posizione.

Un gran peccato per l’uscita anticipata di Iannone, che prometteva grande spettacolo sulla nuova Suzuki ma che ancora dovrà studiarne bene i limiti, caduto mentre era in lotta per il podio con Marquez a metà gara, e per quella di Zarco, il quale conserva una buona quarta posizione in griglia di partenza dalle prove libere di venerdì e domina sulla Yamaha Tech3 tutta la prima parte salvo poi cadere al 6 giro.

Menzione speciale infine per Espargarò che, alla sua prima prova ufficiale sull’Aprilia RS-Gp, parte quindicesimo e guadagna un gran bel sesto posto dalla lotta con Pedrosa, chiudendo a soli 7 secondi dai primi con una moto decisamente migliorata e performante e facendo ben sperare a tutti i tifosi della casa di Noale.

Ilaria Castaldello
Copyright MissBiker 2017
Photo: ANSA