Abbiamo raccolto in questo piccolo tutorial più informazioni possibili per cercare di spiegarvi al megio come funzionano i pneumatici, le diverse tipologie e i consigli per una migliore scelta.

Lo sapevate che la superficie su cui poggia la vostra moto non è più grande di una carta di credito? O che un gonfiaggio errato delle gomme aumenta il consumo di carburante oltre a mettere in pericolo la vostra sicurezza?

Nel seguente articolo troverete tutte le nozioni base che riguardano i pneumatici dalla struttura alle marcature senza dimenticarci delle pressioni e dei battistrada.

STRUTTURA

Pneumatico Struttura Convenzionale

STRUTTURA CONVENZIONALE

  • è la struttura più utilizzata
  • ha buone proprietà auto-assorbenti
  • è molto flessibile (ottimo per enduro e cross)
  • inadatto alle alte velocità
Pneumatico Struttura cinturata

STRUTTURA CINTURATA

  • è rinforzata con cinture incrociate
  • ottima per l’utilizzo su moto molto pesanti e potenti
  • la cintura resiste all’aumento dimensionale dovuto alle velocità elevate
  • adatta a moto stradali pesanti
Pneumatico Struttura radiale

STRUTTURA RADIALE A 0° D’ACCIAIO

  • ha una migliore performance ad alte velocità
  • minore deformazione
  • maggiorni proprietà dinamiche
  • la cintura massimalizza la resistenza alla forza centrifuga

LEGGERE IL PNEUMATICO

leggere un pneumatico

Sulla parete laterale di un pneumatico ci sono tutte le informazioni necessarie:
A: Larghezza pneumatico (misurata in millimetri da una parete laterale all’altra).

B: Rapporto di aspetto: è il rapporto, indicato in percentuale, tra l’altezza della sezione del pneumatico e la larghezza.

C: Diametro (altezza) della ruota, misurato in pollici.

D: L’indice di carico è impresso sulla parete laterale del pneumatico, a destra dell’indicazione del diametro e si riferisce alla massima capacità di carico (in kg).

E: Il codice di velocità indica la velocità massima per un pneumatico con pressione di gonfiaggio corretta e utilizzato sotto carico. Il codice di velocità è la lettera impressa in coda alla dicitura e dopo l’indice di carico.

Indicatori di usura del battistrada

Le lettere “TWI” indicano l’ubicazione degli indicatori di usura sul battistrada del pneumatico. È opportuno controllare gli indicatori con regolarità per verificare che il battistrada sia sufficientemente profondo. Nella maggior parte dei Paesi UE la profondità minima ammessa è 1,6 mm.

MARCATURE LEGALI: DOT

DOT: Department Of Transportation
E’ seguito da un codice seriale interno al costruttore
Le ultime quattro cifre sono la data di costruzione (settimana/anno)

Marcature DOT

GONFIAGGIO

Nonostante il contatto con il suolo del pneumatico sia grande più o meno come una carte di credito, ne assicura il comportamento dinamico della moto e la sicurezza.

Pressione pneumatici

PRESSIONE BASSA:

  • Deformazione dell’area di contatto
  • Minore prontezza ai cambiamenti di direzione
  • Difficoltà a mantenere la traiettoria
  • Logoramento anomalo del battistrada, soprattutto nella fascia laterale
  • Aumento dei consumi

PRESSIONE ALTA:

  • Riduzione della capacità di assorbimento di urti e asperità stradali
  • Possibile insorgenza di vibrazioni
  • Possibilità di danneggiamenti strutturali della carcassa
  • Diminuzione del grip
  • Lavora principalmente la parte centrale del battistrada, restringendo l’area di impronta: usura precoce al centro

La pressione dei pneumatici si misura a freddo, circa ogni 15 giorni.

Un pneumatico freddo è un pneumatico che non ha viaggiato da più di 2 ore o ha percorso meno di 3 Km a velocità moderata.

La pressione aumenta con la temperatura. Per una misurazione con un pneumatico caldo, togliete 0,3 bar per avere la pressione equivalente a freddo.