Indispensabile e sempre ben allacciato, il casco da moto è soggetto alle intemperie, alla polvere, agli insetti, all’inquinamento e al sudore ogni volta che lo utilizziamo. E’ quindi importante dedicargli del tempo per la pulizia esterna e interna. Ecco qualche consiglio che ti sarà utile.

1. Pulire e igienizzare il casco dopo ogni uscita

Lo so, ti sembrerà esagerato ma non stiamo parlando di una pulizia meticolosa che ci porta via tempo. Una buona routine è quella di rimuovere insetti e sporco da calotta e visiera. Poi basterà un igienizzante spray per l’interno.
Vediamo come fare la pulizia veloce del casco:

  • Se il casco è imbrattato di insetti (specialmente moscerini) e non hai tempo, il mio consiglio è di utilizzare uno spray apposito. Ad esempio Demosquitos di MA-FRA che va spruzzato direttamente su calotta esterna e visiera e lasciato agire qualche secondo. Poi ti basterà passare delicatamente un panno morbido e il gioco è fatto.
  • Per quanto riguarda gli interni si può utilizzare anche in questo caso uno spray. Ci sono parecchi igienizzanti in commercio ma io utilizzo Igienik-4 di Prodream, una soluzione naturale ipoallergenica che pulisce, igienizza e lascia un delicato profumo di camomilla. Il suo utilizzo è semplicissimo: basta spruzzare il prodotto dentro al casco, sull’imbottitura interna, lasciar agire qualche secondo e passare il panno antibatterico incluso.

2. Gli insetti possono corrodere le plastiche: rimuovili prima possibile

Come per le carene, il problema dei caschi sono i moscerini che lasciano traccia, anche indelebile, nel tempo se non rimossi.
Immagino ti possa sembrare esagerato ma i resti di mosche, moscerini, e insetti vari andrebbero tolti prima possibile (massimo entro un paio di giorni ma meglio prima) perché rilasciano degli enzimi nocivi che servono a facilitarne la decomposizione. Tutto ciò è un problema per la vernice e plastiche perché andrà a corroderle creando sgradevoli macchie o aloni.

3. Se il casco è stato usato per più giorni o è molto sporco procedi ad una pulizia più accurata

I caschi da moto sono fatti per essere utilizzati in tutte le condizioni – pioggia, sole, fango, ondate di calore, uragani, apocalissi di insetti – beh, penso di essermi spiegata. Sapere come pulire e mantenere il tuo casco non solo ti consentirà di godere maggiormente dei tuoi viaggi ma aiuterà anche a prolungarne la durata.

 

Cosa serve per pulire il casco

  1. Panni in microfibra
    Sono ottimi per lavare il casco e per pulire la visiera. Non serve che siano nuovi ma devono essere puliti. Eventuali particelle di sporco intrappolate nello straccio aumentano il rischio di strisciare la finitura esterna del casco durante il processo di pulizia.
  2. Spazzolino da denti
    Suona strano ma uno spazzolino da denti a setole morbide è in grado di pulire benissimo i piccoli spazi delle guarnizioni, delle prese d’aria e dello spoiler. Proprio quei punti in cui il panno in microfibra non riuscirà a passare.
  3. Shampoo per bambini o sapone di Marsiglia
    La cosa principale da tenere a mente quando si cerca un detergente è assicurarsi che non sia a base di petrolio. Lo shampoo per bambini è un’opzione spesso utilizzata vista la sua natura delicata.
  4. Acqua tiepida
    Che si tratti di una vaschetta in plastica, una bacinella o di un lavandino, l’acqua tiepida è la tua migliore amica quando devi lavare un casco da moto. Perché dev’essere tiepida? Perché scioglie delicatamente lo sporco e gli insetti morti senza danneggiare nessuno dei materiali del casco.
  5. Aria compressa
    Se hai un compressore d’aria, riduci la pressione e dirigi alcuni soffi strategici per pulire e asciugare le prese d’aria del casco. Fai attenzione a non utilizzare l’aria di una bomboletta spray poiché potrebbe rovinare il rivestimento in EPS del casco e potrebbe degradarne le capacità protettive.

Guida alla pulizia interna ed esterna del casco in 9 passi

1. Rimuovi tutti i dispositivi elettronici e gli accessori esterni

Sembra incredibilmente semplice (e lo è), ma questo è un passaggio troppo spesso trascurato. Prima di lavare un casco da moto, assicurati di rimuovere tutti gli accessori elettronici interni come microfoni, batterie e interfoni Bluetooth. Inoltre, se stai lavorando su un casco dual-sport o fuoristrada con frontino, è molto più semplice rimuoverlo e pulirlo separatamente.

2. Rimuovi l’imbottitura interna del casco

Anche se molti produttori hanno design leggermente diversi, la rimozione del rivestimento interno e dei guanciali è molto semplice (in caso di dubbi dai un’occhiata al manuale di manutenzione presente nella scatola). Nella maggior parte dei casi i cuscinetti e le fodere comfort si attaccano con bottoni automatici, in altri viene utilizzato il velcro o persino i magneti.  Dopo aver rimosso le imbottiture mettile da parte. Il lavaggio lo tratteremo nel punto 4.

 3. Prepara la calotta esterna del casco

Per aiutare a sciogliere sporco e insetti incrostati, immergi un panno in microfibra in acqua tiepida e poi avvolgilo sul casco. Questo servirà per ammorbidire e rimuovere delicatamente lo sporco. Inoltre ridurrà lo sforzo necessario in seguito così come la probabilità di graffiare il casco o la visiera durante il processo di pulizia.
Lascia lo straccio in microfibra bagnato sul casco mentre esegui il prossimo passaggio.

4. Pulisci il rivestimento interno

Che tu ci creda o no. spesso è l’interno di un casco ad aver bisogno di essere pulito di più. Dal sudore del viso al gel per capelli, dal fondotinta alle creme, la fodera del tuo casco da moto assorbe un sacco di sporcizia. Per pulire l’imbottitura interna riempi un lavandino, una bacinella o un secchio con acqua tiepida e fai sciogliere lo shampoo per bambini (o il sapone di Marsiglia). Poi immergi, strofina delicatamente e massaggia ogni pezzo dell’imbottitura nell’acqua saponata.
Lo shampoo per bambini è ottimo per questo compito perché pur essendo ultra delicato è comunque progettato specificamente per pulire il sudore e lo sporco grasso dei capelli.

Al termine, lascia asciugare all’aria aperta* l’imbottitura del casco e i guanciali. Sarebbe meglio farlo almeno la sera prima di uscire in moto in modo da lasciare abbastanza tempo per asciugarsi completamente. Un’imbottitura del casco bagnata, proprio come un cane bagnato, tende ad essere qualcosa in cui non ti consiglio di mettere la faccia…

 * Non utilizzare phon, asciugatrici o termosifoni per asciugare l’imbottitura del casco. La cosa migliore è lasciarla in un luogo areato.

5. Pulisci l’esterno del casco

Dopo aver rimosso lo straccio bagnato che avevi posizionato sul casco nel passaggio 3, togli la visiera e mettila da parte. Usa un nuovo panno in microfibra bagnato per pulire delicatamente l’esterno del casco e rimuovere lo sporco residuo. Quando pulisci il casco assicurati sempre di usare solo acqua tiepida. Alcuni solventi e soluzioni detergenti possono rovinare l’esterno del casco. Utilizza lo spazzolino a setole morbide per raggiungere i punti difficili.

6. Asciuga le prese d’aria con l’aria compressa (se necessario)

A volte può capitare che un pezzettino di terra o un insetto si depositi nei canali di ventilazione del casco. Una rapida soffiata di un compressore d’aria (non una bomboletta spray) sarà utilissima per liberare gli spazi difficili da raggiungere.

7. Pulisci la visiera

La maggior parte delle visiere moderne ha una sorta di rivestimento protettivo allo scopo di proteggere dai raggi UV e dall’appannamento. Per questo motivo, come per l’esterno del casco, non dovresti mai usare altro che acqua tiepida. Controlla il manuale del casco per assicurarti delle istruzioni di cura specifiche e assicurarti di non invalidare alcuna garanzia del produttore.
Il modo migliore di lavare una visiera è semplicemente usare un panno in microfibra bagnato e massaggiare delicatamente via sporco, polvere o macchie. Potrà esserti utile anche in questo caso lasciare uno straccio in microfibra bagnato sulla visiera per diversi minuti per ammorbidire i resti di insetti e lo sporco rendendo il lavoro molto più semplice.

Nota sul Pinlock©
Quando si pulisce il Pinlock© servirà rimuovere la lente interna dalla visiera in modo da poter pulire entrambi i lati di ogni pezzo. Presta particolare attenzione a non danneggiare la guarnizione sulla lente interna che è parte integrante del sistema Pinlock© e controlla che funzioni correttamente dopo averla rimontata.

8. Pulisci il visierino parasole interno

Se il tuo casco ha un parasole interno difficilmente sarà molto sporco. Magari è possibile che si sia po’ impolverato e ti basterà un rapido spruzzo d’acqua e un panno in microfibra per pulirlo. Meglio evitare di rimuoverlo perché è più facile lasciarlo in posizione durante la pulizia e spesso è complesso rimontarlo.

9. Riassembla tutti i pezzi del casco

Rimonta il tuo casco iniziando dall’imbottitura asciutta e dai guanciali. Riattacca la visiera e tutti gli altri pezzi rimossi prima della pulizia.

4. Non utilizzare solventi o prodotti con petrolio

Quando si lava un casco ci sono alcuni elementi chiave da ricordare come l’importanza di non utilizzare solventi o soluzioni detergenti a base di petrolio

Evita prodotti sgrassanti e invasivi come Chanteclair o il detersivo per i piatti. Un sapone di Marsiglia o uno shampoo per bambini (attenzione che sia neutro e delicato) saranno perfetti e non ti regaleranno brutte sorprese.

5. Evita di utilizzare carta, fogli o tessuti ruvidi

Un panno in microfibra è economico, può essere lavato e rimane morbido. Non usare carta o panni ruvidi che potrebbero graffiare irrimediabilmente il casco. 

MissBiker© 2021