Acquistare una moto da enduro usata può rivelarsi un grande affare e si possono risparmiare un bel po’ di quattrini. Sul web si trova di tutto, dai modelli vintage a quelli seminuovi ma la fregatura è sempre dietro l’angolo. Abbiamo chiesto alla nostra esperta Francesca Merlo di darci qualche dritta per non avere brutte sorprese dopo l’acquisto. Ecco i suoi consigli.

CONSIGLI UTILI PER UN OTTIMO ACQUISTO DI UNA MOTO ENDURO USATA

  1. Controlla attentamente i tagliandi obbligatori che sono stati fatti. Alcune aziende come KTM e Husqvarna forniscono un elenco storico di tutti i tagliandi effettuati in modo da poter farsi un’idea più precisa delle condizioni della moto da enduro. Guarda se sono state fatte grosse modifiche al telaio (in caso di revisione poi potresti avere qualche guaio).
  2. Fai particolare attenzione non solo allo stato del motore ma anche a quello del radiatore. Controlla il livello di tutti i fluidi e che non ci siano perdite. Se hai occasione di vedere il garage del proprietario e di vedere dove parcheggia la moto, guarda in terra che non ci siano macchie di olio, potrebbe avere qualche perdita.
  3. Osserva se ci sono saldature sul carter motore, sul telaio, forcellone e canotto di sterzo. Controlla che non ci siano troppe ammaccature sul forcellone. 
  4. Fai attenzione alla possibile usura dei piedini della forcella: in caso fosse evidente lascia perdere. Osserva che le forcelle non perdano olio e che non siano rigati gli steli;
  5. Se ci mette troppo tempo all’accensione potrebbe avere qualche problema al motore;
  6. Non farti ingannare dall’eventuale sporco o da qualche striscio sulla carrozzeria: non sono così influenti sul funzionamento della moto;
  7. Prova la moto enduro usata e se senti se ci sono “giochi strani” sullo sterzo, se ha vuoti o se scoppietta troppo (controllo carburatore). Se opti per un 4T controlla che non faccia fumo bianco, né da fredda né da calda. 
  8. Dai un’occhiata al colore dell’olio motore (così ti farai un’idea sulla manutenzione che ha fatto il proprietario)
  9. Controlla il consumo trittico (catena, corona e pignone): fa parte della normale manutenzione che si può fare anche a casa…ma potrebbe essere oggetto di trattativa sul prezzo. 
  10. Vedi il consumo delle pastiglie freno: deve essere simmetrico. Non dimenticarti di dare un’occhiata anche alle condizioni dei dischi. Se sei pignola, puoi far “suonare” i raggi delle ruote con una semplice chiave per capire se è ok o se i raggi non sono tirati correttamente (deve fare un suono acuto per essere a posto).

 

ph. credits: © Nuno Laranjeira