Il bollo moto è un’imposta regionale che deve essere pagata una volta l’anno dal proprietario di un motociclo con cilindrata superiore ai 50 centimetri cubici iscritto al PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Vediamo nel dettaglio come calcolare il costo, capire le scadenze e pagare il bollo moto.

Chi deve pagare il bollo moto

Il bollo deve sempre essere pagato dal proprietario, dall’usufruttuario o dall’utilizzatore a titolo di locazione finanziari del mezzo. Fa fede la data nell’atto di vendita/usufrutto/locazione.

Scadenza bollo moto

La scadenza del bollo è fissata solitamente in due date: 31 gennaio e 31 luglio, ma è possibile pagare entro il mese successivo a quello della scadenza.
Ad esempio se il bollo moto scade il 31 luglio sarà possibile pagarlo senza costi aggiuntivi (penale) entro il 31 agosto.

Lombardia e Piemonte: in queste due regioni il pagamento si effettua in base al mese in cui è avvenuta l’immatricolazione.

Ritardo nel pagamento del bollo della moto

Se il bollo viene pagato in ritardo sarà applicata una penale:

  • dello 0,1% della tassa per ogni giornata di ritardo se paghi entro 15 giorni dalla scadenza;
  • dell’1,67% per un ritardo compreso tra i 30 e i 90 giorni a cui si devono aggiungere gli interessi di mora;
  • del 3,75% dell’imposta originariamente dopo i tre mesi ed entro un anno dalla scadenza a cui si devono aggiungere gli interessi di mora;
  • Se il bollo non viene pagato entro un anno dalla scadenza scatterà una multa pari al 30% del tributo.

Se il pagamento non viene effettuato per tre anni si può anche incorrere nella radiazione dal Pubblico Registro Automobilistico e il fermo amministrativo.

Costo bollo moto

L’imposta non è fissa ma variabile e si calcola in base alla potenza effettiva della moto, espressa in kilowatt (kW), e alla sua classe ambientale. Il pagamento può essere effettuato online oppure presso gli sportelli ACI, agenzie pratiche auto, nelle tabaccherie abilitate o in posta con bollettino.

La tassa automobilistica è gestita dalle Regioni e dalle Province Autonome di Bolzano e Trento ad eccezione le Regioni Friuli Venezia Giulia e Sardegna  per le quali la tassa è gestita dall’Agenzia delle Entrate.

Qui il tariffario del Friuli Venezia Giulia e della Sardegna – pdf.

E’ possibile pagare online il bollo moto nel sito di ACI in quasi tutte le regioni.

  • Calabria: tutte le informazioni a questo link
  • Friuli Venezia Giulia: tutte le informazioni a questo link
  • Lombardia: tutte le informazioni a questo link
  • Marche: tutt le informazioni a questo link
  • Molise: tutte le informazioni a questo link
  • Piemonte: tutte le informazioni a questo link
  • Sardegna: tutte le informazioni a questo link
  • Valle d’Aosta: tutte le informazioni a questo link
  • Veneto: è possibile pagare online a questo link

Calcolo bollo moto

Per calcolare in modo efficace il costo del bollo della moto basta andare nel sito ACI a questo link, tenendo a portata di mano il libretto di circolazione e immettendo tutti i dati richiesti.
In questo modo potrai anche vedere se il bollo è già stato pagato o quanto manca alla scadenza.

Moto ferma? Il bollo si paga lo stesso

Il bollo moto è una tassa sul possesso non sull’utilizzo del mezzo, per questo va sempre pagata.

Bollo per moto storiche

Per le moto d’epoca o d’interesse collezionistico, c’è la possibilità di esenzione dal pagamento del bollo.
Anche se la Legge di Stabilità ha eliminato l’esenzione per i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico di età compresa tra i 20 ed i 30 anni, alcune regioni fanno eccezione.

Fonti: Agenzia delle EntrateACI
MissBiker© 2021