Uno sguardo avanti con fiducia e una certa dose di ottimismo il che non guasta mai. Non solo: quella messa in piedi dal “MaxiMoto Group 2.0” di Terni è un’idea che per la sua semplicità non può che diventare efficace per rimettere in moto parecchie cose, non solo le due ruote avvilite in garage per le limitazioni di questi tempi.

 

Borghi in Moto: dall’Umbria a tutta Italia

borghi in moto

Un’idea nata in Umbria, il “Cuore verde d’Italia”, una terra che di turismo e di viaggi in libertà se ne intende.

Se un settore economico come quello della ricettività è in difficoltà per la limitazioni legate alla pandemia; se per lo stesso motivo è in panne un settore sportivo come quello del motociclismo inteso come svago, sfogo di una passione, voglia di libertà e di conoscenza perché non cercare una qualche sinergia.

La risposta la fornisce il Maxi Moto Group che vanta una collaborazione pluriennale con l’Associazione Borghi più belli d’Italia, nell’inventare e proporre iniziative di mototurismo, prima fra tutte “Wonder Umbria”.

“La crisi del settore turistico e dello sport a causa della pandemia deve pur trovare uno spiraglio, un modo per ripartire; a volte pensiamo a chissà quali investimenti pubblicitari e non ci concentriamo sulle cose semplici, sulla passione che accomuna i mototuristi e che si riassume in poche parole: viaggiare per conoscere nuovi luoghi, per scoprire le bellezze della nostra Italia, per conoscerne le tradizioni e le eccellenze enogastronomiche” Sandra Conti, presidente del MMG “Ormai da sei anni abbiamo avviato una partnership con l’Associazione Borghi più Belli d’Italia con l’organizzazione di Wonder Umbria ed ora abbiamo scelto di allargare l’orizzonte proponendo ai mototuristi il meraviglioso mondo dei Borghi, questa volta i 315 Borghi di tutta Italia”. Ovviamente “tenendo presenti tutte le regole da rispettare, un rispetto che i mototuristi applicheranno, ma finalmente partecipando al Trofeo non dovranno rinunciare alla gioia di viaggiare in moto”, continua la presidente.

Ed ecco allora “Borghi in Moto”. un evento che durerà dal 15 marzo al 12 settembre 2021, con un regolamento semplice, ma assolutamente indirizzato nei confronti di uno “sviluppo turistico ed economico” per tutti i luoghi che saranno visitati.

Che cos’è il Trofeo Borghi in Moto

Come funziona? Si tratta di una manifestazione che lascia ai singoli motociclisti la più ampia libertà di scelta: tracciato, luogo di destinazione, giorno o giorni da dedicare al viaggio. Il tutto si svolge all’interno di un “recinto” temporale di sei mesi, appunto quello che va dal 15 marzo al 12 settembre, e con una solòa indicazione relativa alla destinazione: uno dei 315 Borghi più Belli d’Italia”.

L’iscritto alla manifestazione potrà scaricare gratuitamente l’app Tom Tom, partner del Trofeo, che registrerà l’itinerario. Nei borghi saranno rilasciati attestati in caso di accesso ad un ristorante o di pernottamento.
I chilometri percorsi e gli attestati contribuiranno a stilare una classifica a punti. Il premio in palio è una motocicletta.
Ma il premio più importante sarà avere la motivazione e il supporto di una organizzazione. L’iniziativa del Maxi Moto Group di Terni gode del sostegno di TomTom e dell’Associazione Borghi più Belli d’Italia.

Costo iscrizione al trofeo borghi in moto: €50
Iscrizioni dal: 15 febbraio 2021.

Maggiori informazioni: borghinmoto@gmail.com

Maxi Moto Group