Venti ragazze appassionate di due ruote, avventura e viaggi che si mettono in gioco per dimostrare chi è la più tenace in sella a un enduro.

Chica Loca si rivolge al sempre più vasto pubblico di motocicliste che vive le due ruote con spirito libero, voglia di evasione, desiderio di avventura.

Una chance verrà data a tutte quelle che lo vorranno; l’iscrizione alle selezioni è libera e gratuita: è solo importante avere già confidenza con la guida di una moto con le marce.

E’ aperta a chi ha già un enduro, ma anche a chi preferisca prenderlo a noleggio dall’organizzazione.

La Chica Loca perfetta dovrà soprattutto mettersi in gioco: e a quel punto, essere pronta a gettarsi nella mischia delle selezioni per dimostrare di sapersela cavare anche nelle situazioni più complicate, di avere confidenza con la guida su ogni tracciato, di sapersi orientare con il GPS.

Due selezioni in Italia, curate dalla pluricampionessa Enrica Perego, per scegliere le centaure più adatte.

Due weekend, il 14 e 15 settembre 2019 a Pavia e il 21-22 settembre 2019 a Varano (PR), per riuscire a conquistare il biglietto per l’Oman 2020

Due location diverse, ma entrambe con la stessa filosofia, con lo stesso obiettivo e con la stessa modalità di svolgimento: valutare le capacità delle motocicliste per poter scegliere, senza ombra di dubbio, le venti ragazze più adatte al challenge sulle piste della penisola araba.

Le candidate Chicas Locas avranno un intero giorno per sperimentare le tre postazioni presenti alle selezioni: la BOX TV dove ogni centaura dovrà effettuare un’intervista e un colloquio motivazionale la postazione ENDURO dove le partecipanti riceveranno direttamente dalla campionessa Enrica Perego.

Dal 18 al 26 gennaio 2020, per iniziare il nuovo anno con un’avventura, sognare il successo, mettendosi alla prova.

Gennaio è il mese migliore per attraversare l’Oman in sella alle due ruote: saremo nel pieno della stagione invernale (nella penisola araba non esistono le mezze stagioni), con un clima, vista la latitudine, molto mite.

Le temperature diurne, sulle coste, variano tra i 25° e i 30°, per poi scendere intorno ai 15° durante la notte.

L’aspetto più interessante è, dunque, la mancanza di grandi escursioni termiche che permettono di gareggiare anche nel deserto in condizioni ambientali più che accettabili.

Un’altra particolarità che indica gennaio come uno dei mesi migliori per visitare l’Oman è la quasi totale assenza di precipitazioni.

Nel deserto del Rub Al’Kali, sede principale del challenge (saremo a quota 700metri s.l.m), piove una volta ogni quattro anni.

Il deserto Rub Al’Kali si trova nel sud del Paese, nella provincia di Salalah. Per la sua enorme estensione (il secondo più grande al mondo) viene anche chiamato “il quarto vuoto”. Assenza totale di precipitazioni, dune che possono raggiungere anche i 450 metri di altezza, poche tracce dell’uomo e una città fantasma, Ubar, antico crocevia di carovane di cammelli: uno scenario preistorico, nel quale le bikers vivranno la loro avventura.

Perché la moto, l’avventura, la sfida, l’adrenalina sono rigorosamente femmina… Come la vittoria

E’ finita da anni la modalità “passeggero” per le donne che vogliono andare in moto.

Da tempo viaggiare sulle due ruote è diventato uno strumento di comunicazione della propria immagine, oltre che il modo privilegiato per sentirsi più libere.

Le bikers appassionate e competenti sono dunque una realtà sempre più numerosa e coinvolgente, che ha voglia di sperimentare nuove avventura e nuove esperienze.

Così è nata l’idea di creare una sfida espressamente per loro, per chi ama innanzitutto la moto, ma al tempo stesso ama i viaggi esotici, ama mettersi in gioco, ama l’adrenalina di un challenge.

Perché anche qui, come in tutte le sfide su due ruote, l’obiettivo finale resta quello di far mangiare la polvere a chi sta dietro.

MAGGIORI INFORMAZIONI: CHICA LOCA