Milano, 4 Novembre 2018
Una scenografica cornice ha ospitato la Ducati World Première 2019, l’irrinunciabile appuntamento annuale durante il quale la casa di Borgo Panigale presenta la gamma ideata per il nuovo anno.
La Première si è svolta in anteprima rispetto ad EICMA ed ha rappresentato la chiave di chiusura della Global Dealer Conference, che ha visto riunite all’interno del teatro Linear Ciak di Milano circa mille persone in rappresentanza dei 734 dealer Ducati presenti in 91 paesi del mondo.
L’evento ha avuto una copertura mondiale in live streaming e la diretta televisiva è andata in onda sul canale televisivo 208 di SKY Sport MotoGP.

Claudio Domenicali, amministratore delegato Ducati Motor Holding ci ha personalmente rivelato tutte le novità che animeranno EICMA, focalizzandosi sui traguardi raggiunti e gli obiettivi aziendali. “Ducati ha raggiunto una straordinaria maturità – ha dichiarato Claudio Domenicali aprendo la Ducati World Première 2019 – e rappresenta nel mondo alcuni dei migliori aspetti del Made in Italy. Basata sui valori fondamentali di Style, Sophistication e Performance, la nostra azienda ha oggi una gamma estremamente moderna e ampia. Quest’anno, oltre al primo importante intervento su tutta la gamma
Scrambler dalla nascita, si rinnovano completamente il Diavel e la Hypermotard, due moto molto amate dagli appassionati del nostro marchio. Valori come sicurezza e facilità di utilizzo sono oggi solidamente rappresentati, anche se l’anima decisamente sportiva della marca è sempre presente e, mai come quest’anno, in forze. La Panigale V4 R infatti è la moto di serie più potente mai realizzata dalla Ducati.
Siamo anche molto soddisfatti della nostra presenza digitale, dove abbiamo registrato eccellenti risultati di crescita, a riprova della straordinaria attrattività della proposta globale di Ducati”.

Ad aprire le danze è stata la nuova gamma Scrambler®, con ben quattro proposte che spaziano da una versione Icon ad una più caratteristica Cafè Racer, passando per la Full Throttle fino all’aggressiva Desert Sled. In successione, hanno sfilato in passerella il Multistrada 1260 Enduro e la MIG-RR, la nuovissima e- bike marchiata Ducati che troverà un proprio spazio personale all’interno dell’Esposizione milanese.
Sul palco della Première sono state inoltre presentate nuove versioni di modelli storici: il Monster 821 Stealth, che si contraddistingue per la sua livrea nera opaca, la forcella regolabile ed il cupolino, ed il Monster 25° Anniversario, precedentemente svelato in occasione del WDW2018.

Una delle proposte più accattivanti della serata è stata la nuova Multistrada 950 S, ottimizzata rispetto al modello precedente in sicurezza e piacere di guida. La mutlibike di casa è stata equipaggiata con sospensioni elettroniche con sistema Ducati Skyhook Suspension (DSS), faro anteriore full-LED, Cruise Control, comandi al manubrio retroilluminati. L’impatto estetico della nuova Multistrada 950 S è molto simile a quello della 1260, dalla quale eredita le ali laterali, la frizione a comando idraulico e l’ ABS Cornering Bosch.

Ma passiamo al sodo.
Dopo questa entusiasmante panoramica si parte con la prima vera novità 2019: la rinnovata Hypermotard si presenta con un look aggressivo, ispirato ai supermotard da competizione e linee che ricordano molto la prima e amatissima serie. Manubrio largo, fianchi stretti e una nuova sella piatta ed estesa donano un maggior comfort di guida che ne aumenta la maneggevolezza. L’equipaggiamento ciclistico ed elettronico è di primissimo livello, la nuova gamma Hypermotard 950 è più leggera di 4kg rispetto al modello precedente e monta l’evoluzione del bicilindrico Ducati Testastretta 11° da 937 cm³ che raggiunge i 114 CV a 9.000 giri/minuto e si presenta più corposo nell’erogazione. Il pacchetto elettronico comprende il Ducati Quick Shift (DQS), il Ducati Traction Control Evo (DTC EVO) e l’ ABS Cornering Bosch con funzione Slide by Brake.

Nata per essere protagonista, è la volta della Diavel. Potente e muscolosa, la nuova Diavel 1260 promette scintille grazie al suo motore Testastretta DVT 1262 da 159 CV, il sistema Desmodromic Variable Timing (DVT) e un impianto di iniezione elettronica Bosch con corpi farfallati ellittici a gestione Ride-by-Wire. Le linee sono caratteristiche e si presentano muscolose all’anteriore; il manubrio è alto mentre la sella è bassa, ampia e comoda. Non esistono punti d’incontro, la Diavel o la ami o la odi.

L’indiscussa protagonista di questa Première 2019 è lei, la Ducati Panigale V4 R. La regina fa il suo ingresso sul palco accompagnata da Chaz David ed è subito chiaro che si tratta di una moto fuori dal comune, che guarda al futuro. Nata con un DNA racing, la Panigale V4 R è una moto da corsa omologata per uso stradale, nata per scendere in pista e con performance da competizione; il motore Desmosedici con cui è equipaggiato il gioiello di casa Ducati consta in 998 cm3 e 221 CV erogati a 15.250 giri/minuto. Numeri impressionanti, soprattutto se pensiamo che la nuova Panigale V4 R pesa solamente 193 kg e la maggior efficienza in aspirazione le consente di salire di giri più rapidamente rispetto al modello precedente. Le modifiche non si limitano al motore ma annoverano anche le sospensioni ed una carenatura sviluppata da Ducati Corse, in collaborazione con il Centro Stile Ducati, che ne migliora l’efficienza aerodinamica: cupolino, parabrezza, carenature laterali protettive ma soprattutto, due appendici aerodinamiche in fibra di carbonio di derivazione GP che ne aumentano la stabilità in tutte le fasi di guida. Stiamo parlando della Ducati di serie più potente di sempre.
Solida e vincente, Ducati non si smentisce mai.

Ducati Model Year 2019

New models
Panigale V4 R
Diavel 1260 / S
Hypermotard 950 / SP
Multistrada 1260 Enduro
Multi strada 950 / S
Scrambler Icon
Scrambler Full Throttle
Scrambler Desert Sled
Scrambler Café Racer

New Versions
Monster 821 Stealth
Monster 25° Anniversario
Panigale V4 S Corse

 

Gaia Gramantieri
MissBiker 2018
Photo credits: Gaia Gramantieri