Che emozione guidare la nostra moto! Avete mai pensato alle mille sensazioni, ai battiti cardiaci, al respiro più o meno affannoso durante la vostra guida? Una motociclista ha voluto registrare proprio questo e ha collegato un cardiofrequenzimetro al proprio petto in un giorno speciale: il ritiro della prima moto dal concessionario.

Grazie a questo grafico possiamo leggere dettagliatamente l’emozione del viaggio in auto, del controllo della moto prima di partire, della pratica su una strada secondaria, del viaggio verso casa, del semaforo rosso, del parcheggio in garage e infine del racconto alla famiglia di quella giornata incredibile.
Un susseguirsi di emozioni, adrenalina, paura, felicità.

Il battito medio di una donna a riposo è 75 bpm (gli atleti hanno un ritmo cardiaco più basso) quindi è semplice guardare questo grafico e rendersi conto di come il nostro cuore reagisca alle emozioni.

In un’intervista Mark Marquez ha affermato: “nel 2012, in Moto2, ho provato a correre con il cardiofrequenzimetro. Poco prima del via, per la tensione, avevo circa 150 battiti a minuto e durante la gara una media poco più alta”.

Qui ovviamente stiamo parlando di un atleta durante una gara professionistica dove l’adrenalina è a mille. Il cuore della nostra motociclista comunque è stato messo a dura prova dimostrando che la moto dà emozioni uniche!

Copyright MissBiker.com – © tutti i diritti sono riservati