Anche se molti non lo utilizzano, il freno posteriore è essenziale per una corretta guida quasi quanto l’anteriore. Sia nella guida turistica che in quella più sportiva potrà aiutarti a migliorare la stabilità, a correggere la traiettoria e al controllo della moto. Abbiamo chiesto qualche consiglio ad Andrea Maida, ex pilota e popolare istruttore di guida sicura. 

Freno anteriore o posteriore? Quale utilizzare?

Nella guida turistica su strada il freno posteriore va usato in abbinamento con il freno anteriore nella misura dell’80% all’avantreno ed il 20% al retrotreno per mantenere un assetto corretto della moto.
Se devi rallentare o fermarti è importante utilizzare entrambi i freni perchè hanno due funzioni diverse:

  • l’anteriore fa fermare la moto
  • il posteriore stabilizza la moto

La tecnica che dovrà essere utilizzata dovrà essere sempre la stessa, sia che si vada veloci sia a velocità ridotte: solo in questo modo diventerà un automatismo.

Dove si trova il freno posteriore della moto?

Il freno posteriore della moto, a differenza di quello anteriore, è un pedale. Entrambi i freni si trovano nella parte destra della moto.

L’importanza di frenare correttamente

La frenata è fondamentale per evitare di sbagliare traiettoria e il freno posteriore è indispensabile, non solo per aiutarti a rallentare, ma anche per “aggiustare” le curve. Se freni solo con l’anteriore la moto trasferirà la massa davanti caricando lo sterzo.
Le conseguenze in molto casi saranno: sbilanciamento, traiettoria sporca, possibile caduta.

Come affrontare una curva in moto nel modo giusto

  • Prima di entrare in curva frena e scala;
  • rilascia i freni in modo graduale e inserisci la moto in curva;
  • in caso di velocità troppo elevata e perdita del punto di curva mantieni una leggerissima pressione sul freno posteriore per tutta la durata della curva;
  • mantieni un’andatura omogenea;

L’utilizzo del freno posteriore serve a controllare la moto mantenendola stabile ma questa tecnica deve diventare un automatismo.
Fare un corso di guida sicura su strada potrà aiutarti a prendere confidenza con la tua moto e a far diventare istintive certe manovre in modo da poter agire senza pensare in caso di pericolo.

Frenata con ABS della moto

L’ABS è un sistema di frenata assistita che svolge una funzione antibloccaggio delle ruote obbligatorio sulle moto dal 2016. L’ABS (Anti-lock Braking System) evita l’improvviso bloccaggio di una ruota a seguito di una frenata improvvisa.
Sulle ruote sono posizionati dei sensori che comunicano con la centralina della moto che calcola la velocità di rotazione delle singole ruote. In caso di bloccaggio delle ruote in seguito alla frenata l’ABS agisce stringendo e rilasciando le pinze ad un ritmo elevato. Evitare il bloccaggio delle ruote significa ridurre gli spazi di frenata per non incorrere in una caduta.

Questo dispositivo potrà essere determinante in una frenata d’emergenza come ad esempio un pedone che attraversa all’ultimo momento, un’auto che taglia la strada. La prima cosa che istintivamente farai sarà quella di pinzare forte il freno: qui l’ABS entrerà in funzione.
Attenzione però: se non mantieni la posizione corretta in sella durante la frenata rischi comunque che ti si chiuda lo sterzo e di cadere. 

I dispositivi presenti nelle moto (ABS, controllo di trazione, ecc) sono un grande aiuto ma non significa che sei al sicuro da cadute.

Consigli utili sulla frenata in moto

  1. E’ consigliabile iniziare la frenata con il freno posteriore in modo da capire com’è l’aderenza del fondo stradale. In inverno, ad esempio, questa tecnica ti aiuterà a capire se l’asfalto è ghiacciato, scivoloso o sporco. Subito dopo frena con l’anteriore facendo molta attenzione all’intensità della pinzata: la frenata deve essere modulare e progressiva.
  2. Quando si frena bruscamente la moto da un mezzo bilanciato diventa improvvisamente instabile a causa del peso che si trasferisce sulla ruota anteriore.
  3. Ricorda che il freno anteriore è il più efficiente su una moto ma per ottenere una frenata più efficace dovrai utilizzare sia il freno anteriore che quello posteriore in modo progressivo.
  4. Pinzare in modo troppo energico il freno anteriore può provocare lo slittamento del pneumatico e la perdita di controllo (specialmente se la moto non è dotata di ABS).
  5. Frenare bruscamente con il freno posteriore e con la moto piegata in curva potrebbe farti perdere aderenza immediatamente se non hai controlli di trazione o piattaforma inerziale.
  6. Per una maggiore stabilità, utilizza entrambi i freni quando la moto è in posizione verticale e viaggi in linea retta.
  7. L’utilizzo del freno posteriore in curva diventa importante nelle correzioni della guida: serve a chiudere meglio le curve e può aiutare a correggere la traiettoria.
  8. Il freno posteriore è molto utile nei tornanti, nelle curve strette, nelle inversioni di marcia o nelle curve in discesa. Si usa soprattutto quando si va a bassa velocità (sotto i 30km/h).

Tutti questi sono dei consigli utili ma da devi cercare di metterli in pratica. Prova a utilizzare il freno posteriore e le tecniche di frenata in un piazzale ampio e libero in modo da prendere confidenza con il mezzo.
Per imparare tutte le tecniche ti consigliamo di fare un corso di guida sicura con istruttori qualificati che potranno correggerti all’istante e aiutarti a interiorizzare tutte le manovre.
Guarda le scuole che noi di MissBiker abbiamo selezionato nella sezione CONVENZIONI.

Un grande ringraziamento ad Andrea Maida per i preziosi consigli inseriti in questo articolo.

Lisa Cavalli
MissBiker 2021