Se hai sempre amato la moto ma non hai mai avuto il coraggio di fare la patente, non devi abbandonare l’idea di realizzare il tuo sogno di guidare la moto. Magari ci sono persone vicine a te che diranno che ci sono limiti di età o fisicità, che sarebbe meglio prendere la patente A solo se prima si è guidato almeno un motorino, che la moto è pericolosa o pesante. Non dare loro retta: se hai questa passione, seguila…lo hanno fatto con coraggio tantissime donne!

Parlo in prima persona: ho preso la patente A a 37 anni, senza avere esperienza di guida di due ruote a motore, pesando 53 kg e con un’altezza di 164 centimetri. Ma di storie come la mia ne leggo ogni giorno nella community di MissBiker e ciò che ci accomuna è la voglia di realizzare un sogno, magari tenuto dentro un cassetto per anni, oppure maturato in tarda età.

Ecco allora qualche consiglio per imparare ad andare in moto.

Non ho ancora la patente per la moto: cosa devo fare?

Per prima cosa ti suggerisco di andare all’autoscuola più vicina per ottenere il foglio rosa. Come già descritto dettagliatamente in questo articolo, il foglio rosa ti servirà per fare pratica su strada, affrontare l’esame pratico e conseguentemente ottenere la patente A.

Cerco una moto con cui far pratica

Se non hai una moto tua, l’autoscuola provvederà a noleggiartene una durante le lezioni pratiche, altrimenti puoi provare a sentire un concessionario locale. Ormai è consuetudine di molte case dare anche un’opzione di noleggio a breve termine.

Se invece vuoi acquistare una moto nuova puoi leggere i consigli degli esperti a questo link. Ricorda che la tua prima moto deve essere leggera, maneggevole, confortevole e darti il giusto feeling. Visita più concessionari e senti varie opinioni ma soprattutto sali in sella alle moto e valuta come tocchi a terra, la distanza tra sella e manubrio, la posizione, il bilanciamento.

La moto è come un vestito: devi cercare quella perfetta per te!

Come si impara a guidare una moto da zero: passo dopo passo

Abbiamo chiesto qualche consiglio ad un esperto: Andrea Maida, istruttore federale di guida sicura e titolare di Maida Moto Master.

Recati in un parcheggio vuoto e isolato. Cerca di avere abbastanza spazio per poter fare tutte le manovre necessarie.

Ecco i passaggi da fare prima di mettere in moto:

  1. Sali in sella alla moto spenta e togli il cavalletto laterale. Appena la metterai dritta potrai sentirne il peso;
  2. tenendo i piedi ben appoggiati a terra (se non arrivi a toccare completamente stai sulle punte ma fai maggiore attenzione) sposta leggermente il baricentro della moto a destra e a sinistra per capirne meglio il peso;
  3. controlla gli specchietti e sistemali in modo da avere una visione posteriore ottimale;
  4. gira la chiave di accensione: il quadro si illumierà;
  5. metti la moto in folle tenendo tirata la frizione (leva di sinistra) e azionando il pedale sinistro (leva del cambio). La folle o NEUTRAL si trova tra la prima e la seconda marcia. Per trovarla più facilmente premi il pedale più volte e poi sollevalo delicatamente: nel quadrante vedrai illuminarsi la spia verde con il simbolo N (NEUTRAL);
  6. ricordati che quando la moto è in folle non ha trazione perciò meglio sempre tenere la leva del freno tirata (quella di destra) oppure il freno posteriore (il pedale sempre sulla destra in basso);

N.B. TUTTE LE MOTO HANNO L A PRIMA IN GiU’ E DALLA SECONDA ALLA SESTA IN SU. LA FOLLE SI TROVA TRA LA PRIMA E SECONDA.

A questo punto puoi accendere la moto; come?

  1. Accendi la moto con l’appposito tasto posizionato a destra del manubrio;
  2. tira la leva della frizione e inserisci la prima marcia premendo in giù il pedale di sinistra;
  3. rilascia molto delicatamente la frizione e dosa sempre delicatamente la manopola dell’acceleratore.

N.B. E’ FONDAMENTALE CAPIRE IL FUNZIONAMENTO DEI FRENI: AZIONALI SEMPRE DELICATAMENTE SENZA ESSERE AGGRESSIVA, SOPRATTUTTO ALLE BASSE VELOCITA’. 

Esercizi per imparare ad andare in moto

  • Prova più volte la partenza rilasciando dolcemente la frizione e dosando l’acceleratore cercando di tenere le braccia morbide;
  • esercitati parecchie volte a fermarti tenendo le braccia più rigide in modo da avere più controllo in frenata per imparare a modulare bene i freni;
  • allenati a partire e fermarti usando solo freno anteriore, poi usando solo il posteriore e infine entrambi: questi esercizi ti serviranno a capire ancora meglio come agiscono i freni sulla moto;
  • parti e cambia marcia in modo progressivo: prima-seconda, prima-seconda-terza ecc. Attenzione: cerca di essere delicata con la frizione e il gas e di evitare gli scossoni!
  • Inizia a frenare e scalare le marce sempre con delicatezza sul freno e soprattutto sulla frizione in modo da evitare il bloccaggio della ruota posteriore.

Tutti gli esercizi vanno ripetuti più volte per ottenere gli automatismi che ti aiuteranno su strada: 

  • guida a velocità ridotta cercando di ascoltare bene il bilanciamento e i giri del motore;
  • curva dolcemente e fai degli slalom facendo attenzione a gestire bene frizione, freno posteriore e acceleratore;
  • dosa il freno sia anteriore che posteriore;
  • cambia ritmo aumentando la velocità e cambiando marcia;
  • fermati, reinserisci la prima marcia e riparti.

Acquisita una certa confidenza in spazi chiusi al traffico prova a immetterti in una strada poco trafficata cercando di mantenere la calma e alta l’attenzione.

RICORDA: per imparare ad andare in moto è sempre consigliato rivolgersi ad istruttori esperti e a scuole qualificate. 

Gli stessi esercizi consigliati dall’istruttore Andrea Maida potranno essere molto utili anche a chi non guida una moto da tempo, addirittura all’inizio della stagione dopo una pausa invernale (se la fate).

Spesso si è all’oscuro della giusta tecnica di guida ed è per questo che consigliamo un corso di guida sicura su strada. Istruttori federali preparati e con anni di esperienza potranno guidarti fin dai primi passi insegnandoti la giusta tecnica che ti renderà più sicura.

Più sicurezza significa più divertimento!

Tutti i corsi sono divisi per capacità degli allievi, possono essere svolti in gruppi oppure con un unico istruttore (one-to-one).
Se ti interessa conoscere le scuole che abbiamo selezionato come partner di MissBiker e con cui potrai avere un prezzo agevolato clicca qui.

 

Lisa Cavalli
Si ringrazia Andrea Maida per il prezioso contributo
Foto Credits: Giuly Ska
Copyright MissBiker 2020