Se affronti l’inverno in moto sai benissimo quanto sia importante il giusto equipaggiamento, specialmente per le zone più esposte del corpo. Oggi parliamo delle mani e di come proteggerle dal vento e dalle temperature più rigide. Alcune motocicliste nella community di MissBiker hanno chiesto se siano meglio le moffole o le manopole riscaldabili. Vediamo di dare qualche consiglio in proposito.

Avere le mani fredde per una motociclista potrebbe essere davvero un problema (ne abbiamo parlato qui) ma, fortunatamente, ci sono altre soluzioni oltre ai semplici guanti invernali che per molte sono troppo ingombranti e limitano la sensibilità nella guida. Tra queste le moffole e le manopole riscaldabili.

Cosa sono le moffole

Le moffole per moto sono un accessorio che viene fissato sopra le manopole per riparare le mani dall’aria. Possono essere in vari tipi di materiale idrorepellente (come il Polyestere) e sono provviste di imbottitura.
Si possono montare facilmente su ogni tipo di moto o scooter e possono essere anche riscaldate.

Moffole GIVI

Questo modello GIVI (TM421), ad esempio, è universale, dotato di paramani e in Polyestere 1200D* anti UV. Ha un inserto rigido per mantenere l’apertura del polso e agevolare la guida.
Ogni moffola ha due punti di fissaggio al manubrio:
1. Esterno: fissaggio direttamente al manubrio della moto tramite l’utilizzo di cinghie straps e tendina con elastico
2. Interno: fissaggio al paramani tramite l’utilizzo di cinghie straps (per assicurare la posizione)

* Più alto è il numero, più il tessuto è spesso, resistente e durevole. Questo tipo di polyestere è stato certificato come impermeabile, antifiamma, antistatico, con protezione solare, resistente ai raggi UV, a prova di muffa, resistente alle alte temperature.

Moffole riscaldabili

Kappa, azienda del marchio GIVI, propone anche delle moffole riscaldabili che possono essere collegate alla batteria della moto, con porta USB, ad un kit Power Hub o ad una power bank apposita. Si tratta di un’interessante innovazione che ha un costo abbordabile di poco più di 100€. Se siete interessate il modello si chiama KS604. 

Moffole riscaldabili Kappa KS604

La gestione del calore è affidata ad un interruttore con quattro livelli: 40% (BIANCO), 60% (AZZURRO), 80% (VIOLA), 100% (ROSSO). Il montaggio è semplice, grazie ad un veloce sistema di fissaggio al mezzo che non prevede la rimozione dei bilanceri.

COME FUNZIONANO:
L’interno di questi coprimanopole contiene una resistenza isolata e protetta che si riscalda senza avere problemi di flessibilità e surriscaldamento. Il calore si produce in pochi minuti (circa tre) eliminando una volta per tutte il problema del freddo dell’inverno. Vista la bassa tensione non esistono problemi di pericolo legati all’elettricità.

Moffole: il parere delle motocicliste

Perché NO
– Se non sono state montate perfettamente, le moffole potrebbero essere poco sicure (Annalisa)
– Sono ingombranti (Milena)
– Devono essere rimosse quando parcheggi la moto (Monica)
Perchè SI
– Si fissano con facilità e riparano da freddo, vento e pioggia (Elisa)
– Puoi utilizzare un guanto più leggero per guidare invece dei guanti invernali che sono troppo spessi (Giada)
– Io utilizzo le moffole assieme alle manopole riscaldate così mi basta un guanto estivo (Giulia) 

Manopole riscaldabili

Le manopole riscaldabili (o riscaldate) sono manopole con una resistenza interna che rilascia calore alla parte a contatto con le mani. Alcuni modelli di moto le hanno già in dotazione ma molte motocicliste montano quelle aftermarket. 

Per poter utilizzare le manopole riscaldabili la moto deve essere dotata di una rete da 12 volt e di una batteria con una capacità di almeno 6 Ah.
Le manopole riscaldabili consumano una certa quantità di corrente (anche fino a 50 watt a seconda della versione e della posizione dell’interruttore).
Inoltre è necessario assicurarsi che, grazie all’alternatore, la batteria sia sufficientemente carica.

Nota: se intendi montare le manopole riscaldabili da sola meglio che tu abbia almeno delle conoscenze di base sull’impianto elettrico della moto e un po’ di esperienza nel fai da te (specialmente se il collegamento viene eseguito tramite un relè).
Solo in caso manopole riscaldate a bassa potenza è possibile fare a meno del relè, mentre nella maggior parte dei modelli quest’ultimo è necessario per non sovraccaricare l’interruttore e il blocchetto dell’accensione ed evitare un consumo involontario di corrente, rischio che si correrebbe collegando direttamente la batteria. 

Sarà importante anche che le manopole riscaldabili siano ben salde in posizione sul manubrio e sul manicotto dell’acceleratore. Meglio prevedere l’utilizzo di un adesivo bicomponente resistente al calore per fissarle. In caso di dubbi, contatta il tuo meccanico o concessionario di fiducia.

manopole riscaldabili Oxford

In questo modello Oxford, ad esempio, sarà sufficiente collegare il cablaggio fornito ai 2 poli della batteria e tutti gli altri componenti (manopole, interruttore, ecc) con semplici connettori plug and play.
Viene inoltre fornita una pratica staffa di montaggio per fissare l’interruttore nella migliore posizione per l’utilizzo.
Il kit è provvisto di cinque differenti impostazioni di calore accuratamente scelti che consentono la temperatura ideale in ogni condizione meteo.

E’ fondamentale prima dell’acquisto controllare il diametro e la lunghezza delle manopole di serie.

Le manopole riscaldabili si possono trovare a prezzi a partire dai 70 €.

Manopole riscaldabili: il parere delle motocicliste

Perché NO
– Non fanno poi così tanta differenza. Meglio i guanti riscaldabili. (Serena)
– Dovrei montarli da sola ma non me ne intendo e il costo del meccanico farebbe lievitare il totale (Anna)
– Riscaldano solo il palmo ma il freddo lo senti eccome. (Giulia)
– Rovinano l’estetica della moto. Preferisco non vedere altro sul manubrio. (Monica)
Perché SI
– Le hai sempre a disposizione, anche in estate quando vai in montagna. E’ il miglior acquisto che mi sia fatta (Alessandra)
– L
e manopole riscaldate aiutano solo se abbinate ai paramani (quindi che ti proteggono dal vento, aria) ed un guanto non troppo invernale (per percepire meglio il calore che emanano). (Christina)

In conclusione il consiglio migliore potrebbe essere quello di abbinare moffole con le manopole riscaldabili oppure optare le moffole riscaldabili. 

Keep Safe, MissBiker!