Puy en Velay (Francia). E’ qui che si svolgerà la 96^ edizione della FIM International Six Days of Enduro (ISDE), da lunedì 29 agosto a sabato 3 settembre 2022. Una bella occasione anche per i team al femminile che dovranno battere le pilote statunitensi campionesse in carica.

Saranno 9 le nazioni che porteranno in Francia un team al femminile per un totale di 27 atlete.

AUSTRALIA:

  • Jessica Gardiner
  • Tayla Jones
  • Emelie Karlsson

CANADA:

  • Marie-Claude Boudreau
  • Kristen Broderick
  • Shelby Turner

FINLANDIA:

  • Viivi-Maria Mäkinen
  • Janette Mielonen
  • Irina Turkki

FRANCIA:

  • Élodie Chaplot
  • Marine Lemoine 
  • Justine Martel 

GERMANIA:

  • Samantha Buhmann
  • Tanja Schlosser
  • Anne Borchers

INGHILTERRA:

  • Jane Daniels
  • Rosie Rowett 
  • Nieve Holmes

SPAGNA:

  • Mireia Badia
  • Júlia Calvo
  • Nora Esteban

SVEZIA:

  • Hanna Berzelius
  • Emelie Borg Nilsson
  • Linnéa Akesson

USA:

  • Rachel Gutish
  • Korie Steede
  • Brandy Richards

Le nazioni più importanti schierano quindi le loro teste di serie a partire dalla Gran Bretagna con Jane Daniels, attualmente imbattuta e in cima alla classifica mondiale femminile con 120.0 punti, e con Rosie Rowett, terza con 82.0. La Spagna si gioca la carta Mireia Badia Camprubi, seconda nella classifica mondiale con 102.0. 

Niente team al femminile per l’Italia

L‘Italia non porterà nessun team femminile all’ISDE 2022. Francesca Nocera, pilota di punta ferma ai box per infortunio, non potrà essere presente come confermato da lei stessa in un post sul suo profilo Facebook.

È sempre stato e sempre sarà un onore poter rappresentare l’Italia ed indossare la Maglia Azzurra @federmoto.it ! A breve prenderà il via la sei giorni di enduro in Francia e purtroppo a causa del mio infortunio alla spalla anche la partecipazione a quella gara salta! Avrei davvero voluto esserci! Mi dispiace parecchio ma sono sicura che insieme alle altre ragazze avremo modo di rifarci.

Francesca Nocera

Il presente e il futuro dell’enduro femminile

Eppure le ragazze nell’enduro in Italia ci sarebbero. Giovani, ma ci sono!
Ad esempio Sabrina Lazzarino, vincitrice l’anno scorso del trofeo delle regioni femminile. Aurora Pittaluga, in testa all’attuale campionato Under23, bravissima e fortissima.
Poi Elisa Givonetti, che oltre ad aver finito l’ISDE l’anno scorso assieme a Anna Sappino, ha gareggiato in tutte le gare del campionato Assoluti!
Anche Sara Traini, che dopo aver faticato nelle gare di Assoluti, senza riuscire a finirne una, e in sella ad una moto enorme ed evidentemente sbagliata per lei, va a vincere l’ultima gara dell’under23. Cosa è cambiato? Il papà le ha comprato una Beta 200, finalmente la moto giusta.
Ci sarebbe anche Asia Volpi, anche se forse un po’ giovane, ma negli uomini 16 anni vanno già bene per mandarli al mondiale… e per le donne no?
Queste sono solo alcune delle nuove leve dell’enduro femminile, magari sarebbe stato difficile fare un buon risultato all’ISDE 2022, ma non avrebbero di sicuro sfigurato.

Maggiori informazioni: FIM