Laghi, passi spettacolari, castelli, famosi vitigni: questa regione ha una varietà di paesaggi diversi e affascinanti. In questo articolo abbiamo selezionato 3 itinerari molto apprezzati per dei giri in moto in Lombardia.

Val Taleggio in moto

  • Difficoltà del percorso 80% 80%
  • Natura 80% 80%
  • Storia e Arte 40% 40%

Numero Chilometri

Tempo stimato

La Val Taleggio è una piccola valle chiusa nel cuore delle prealpi Orobiche sulla riva destra del fiume Brembo a 800 metri di quota. Il paesaggio è caratterizzato da prati, boschi, acque, disegnato da una millenaria attività agricola, casearia e forestale, e da un clima che si mantiene per lo più mite anche nei mesi freddi. E’ attraversata dal torrente Enna, che scorre a fondo valle da ovest a est per circa 10 km fino ai Seràa, gli orridi scavati nelle rocce dolomitiche che delimitano il confine con la Val Brembana, per poi gettarsi nel fiume Brembo a San Giovanni Bianco.

Partenza da Lecco in direzione Ballabio, porta della Valsassina. Proseguiamo lungo la SP62 e all’altezza di Casere di Balisio prendiamo il bivio a destra verso Maggio. Superata a piccola frazione Cassina dominata dalle pendici dello Zuccone Campelli, con i suoi 2161 metri di altitudine. Inizia un bellissimo tragitto lungo la SP64 con tornanti e curve immerse nel verde della vallata. Attraversiamo il confine provinciale e arriviamo a Olda (BG), frazione di Taleggio. Arriviamo a San Giovanni Bianco, piccolo borgo impreziosito da sette ponti romanici, che offre una vista impagabile sul fondovalle.
Imbocchiamo la SS470 verso nord superando il paese di Mezzoldo, posto a 900 metri s.l.m nella Alta Valle Brembana. A questo punto, se la SP8 non fosse chiusa, si può proseguire fino a Morbegno in provincia di Sondrio.
In caso contrario si può tornare indietro fino a San Giovanni Bianco e proseguire verso sud sulla SS470 attraversando San Pellegrino Terme, poi prendendo la SP342 si costeggia il lago di Garlate fino a Lecco.

Il passo del Mortirolo in moto

Il Mortirolo, è una grande conca ricca di prati e boschi che si trova a 1800 m di altitudine, con cime che sfiorano i 3000 m. Molto amato dai motociclisti è diventato una accattivante meta turistica grazie anche al suo laghetto e alle sue splendide montagne.

ATTENZIONE
Stelvio, Gavia, Mortirolo e Cancano
: sono questi i celebri e spettacolari passi alpini a cui quest’anno si aggiunge la salita a Bormio 2000 e che verranno chiusi al traffico motorizzato e riservati esclusivamente a ciclisti ed escursionisti.
Clicca qui per avere più informazioni sulle chiusure.

Itinerario da nord:

Partenza da Mazzo di Valtellina. 

La strada sembra breve con i suoi 11,5 km ma è considerata una delle strade più difficili d’Europa con un dislivello di ben 1300 metri.

Itinerario da sud:

Partenza da Brescia.

Imbocchiamo la SP345 direzione nord. Superiamo i paesi di Gardone Val Trompia e Giogo del Maniva. Poi la SS42 ci porterà fino al bivio con la SP81 all’altezza di Monno. In caso la strada fosse chiusa possiamo optare per la Strada Statale 42 del Tonale e della Mendola.

Itinerario da ovest:

Partenza da Aprica.

Imbocchiamo la SS39 direzione est. Superiamo i paesi di Lombro, Cortenedolo fino a Edolo. Poi prendiamo la SS42 e dopo qualche chilometro svoltiamo per la SP81 che ci porterà direttamente al passo.

Pian dei Resinelli nell’Alta Lombardia

Come abbiamo già scritto i giri in moto in Lombardia sono davvero molti. In questo caso il Pian dei Resinelli ha un fascino unico: un balcone panoramico con vista su Lecco che abbraccia un paesaggio mozzafiato sulla vallata che include il bellissimo lago di Como.

  • Difficoltà del percorso 50% 50%
  • Natura 70% 70%
  • Storia e Arte 50% 50%

Numero Chilometri

Tempo stimato

Partenza da Mandello del Lario, luogo caro ai motociclisti per la presenza del marchio storico Moto Guzzi. Ci dirigiamo verso sud sulla SP72 costeggiando il lago fino a Abbadia Lariana. Se stai cercando qualcosa da vedere in Lombardia una piccola gita a Lecco potrebbe essere molto gradevole: famosa per “i promessi sposi” questa cittadina nasconde alcuni luoghi suggestivi come la Villa Manzoni, Museo Manzoniano, il Palazzo Belgiojoso senza dimenticare una passeggiata lungolago.
Risaliamo in moto e ci spostiamo attraverso la SP62 in direzione Ballabio e saliamo verso il Pian dei Resinelli. L’itinerario è divertente e ricco di curve, immerso nel verde dei boschi, che ci accompagnano fino ai 1200 metri di altitudine dell’altopiano. Una tappa fotografica è d’obbligo visto il panorama e non mancano strutture ricettive in cui rifocillarsi.
Torniamo verso Ballabio e imbocchiamo la SP62 direzione nord. A questo punto possiamo fermarci alla Cascata della Troggia che ha un salto di 100 metri (dal parcheggio bastano 5-10 minuti a piedi per raggiungerla).
All’altezza di Cortenova seguiamo la SP65 fino a Esino Lario godendoci i magnifici tratti panoramici.

MissBiker 2021
ph. credits @restucciacarlo – Fotolia