Dopo l’annuncio della creazione di una nuova società all’interno del gruppo Kawasaki, creata per concentrarsi esclusivamente sulla produzione di motocicli e veicoli a motore per utilizzo specifico, e quindi della nuova brand identity con il “River Mark”, l’azienda giapponese è pronta per proporre le novità 2022. Sono stati promessi 8 nuovi modelli 3 dei quali saranno rivelati a EICMA

In aggiornamento: di seguito i nuovi modelli e i carry-over (modelli aggiornati degli anni precedenti)

Novità
Kawasaki Z650RS: Retrovolution

Kawasaki Z650RS

Destinata ai motociclisti più giovani e alle prime fasi della loro carriera di centauri, si prevede che la Z650RS attirerà anche coloro che ricordano con affetto il lancio dell’iconica “figlia della Z1” la Z650-B1 nel 1977. Il delicato equilibrio tra vecchio e nuovo, retrò e attuale è stato sapientemente realizzato dal team di progettazione Kawasaki con intelligenti riferimenti Z.

Il cuore della nuova moto è una versione aggiornata del famoso bicilindrico parallelo da 649 cm3 di Kawasaki, raffreddato a liquido, utilizzato negli attuali modelli Z650 e Ninja 650. La Z650RS è dotata di frizione assistita e antisaltellamento. La Z650RS è stata sviluppata per avere una risposta piena ai bassi e medi regimi, oltre alla caratteristica erogazione agli alti regimi, il motore ha una potenza di 68 CV ​​(50,2 kW) e sarà disponibile presso i concessionari Kawasaki anche in versione 35 kW per poter essere guidata dai possessori di patente A2.

Il telaio è di tipo a traliccio tubolare che fornisce leggerezza e agilità e quindi conferisce alla moto una notevole maneggevolezza. Con il corpo centrale della moto rastremato, consente ai motociclisti di raggiungere facilmente con i piedi il suolo, così a avere piena sicurezza da fermi e manovrare la moto con altrettanta facilità. L’altezza della sella sarà di 820 mm con un’opzione di sella ribassata a 800 mm come accessorio.

Concentrandosi sulle sospensioni, l’avantreno presenta forcelle convenzionali da ø41 mm, la sospensione posteriore horizontal link di alta qualità Kawasaki che agisce su un ammortizzatore regolabile nel precarico. La frenata è affidata a pinze anteriori a doppio pistoncino che agiscono su dischi da 300 mm in stile retrò, invece dei consueti dischi a margherita di Kawasaki, mentre nella parte posteriore un freno a pistoncino singolo agisce su un disco da 200 mm, il tutto assistito dall’ABS avanzato Bosch.

2022 Z650RS – Tre colori e tre stili distinti
* Metallic Spark Black
* Candy Emerald Green
* Metallic Moondust Gray / Ebony 

Novità
Z900 SE MY 2022: la Z900 ad un livello superiore

Kawasaki Z900 2022

Z900 è un modello di successo nel suo segmento Supernaked in tutta Europa che ora si arricchisce ancora di più nella versione Z900 SE. 

Kawasaki ha voluto ha voluto rendere la Z900 un prodotto premium nella sua versione Z900 SE. Nella parte anteriore troviamo il nuovo pacchetto freni Brembo. Le pinze sono ora monoblocco ad attacco radiale M4.32 che agiscono su dischi Brembo da ø300 mm frenati da pastiglie -sempre Brembo- il tutto supportato da tubi freno in treccia d’acciaio. Il risultato per chi è in sella alla Z900 SE sarà quello di avere una maggiore potenza di arresto, un controllo più preciso e una sensazione maggiore di feeling della frenata.

Per quanto riguarda la forcella anteriore, si tratta di una sospensione a steli rovesciati da ø41 mm con regolazione della compressione e dell’estensione oltre a una regolazione continua del precarico. L’aspetto estetico della sospensione anteriore è ora migliorato grazie alla colorazione dorata della forcella.

La stessa attenzione ai dettagli è evidente anche nel retrotreno, dove è presente un nuovo ammortizzatore. Si tratta di un’unità Öhlins S46. Il suo corpo in alluminio racchiude una costruzione a tubo singolo con un grande pistone ø46 mm più camere interne dell’olio e del gas separate da un pistone flottante. Per comodità e rapidità di regolazione, l’ammortizzatore posteriore Z900 SE è dotato anche di un registro remoto del precarico. Insieme alle tarature delle sospensioni anteriori ricalibrate, l’adozione della S46 di Öhlins porta la maneggevolezza e la risposta del telaio a un livello superiore che soddisferà le esigenze di prestazioni anche del pilota Z più esigente.

Alla base di questi nuovi componenti c’è una suite di aiuti elettronici mirati per il pilota, tutti progettati per offrire ai proprietari di Z900 SE la migliore esperienza di guida possibile. Il controllo della trazione KTRC fa parte delle specifiche di serie assieme ai power mode selezionabili e alla frizione assistita e antisaltellamento. La nota dello scarico è stata “sintonizzata” dagli ingegneri KHI per far riecheggiare al meglio l’urlo del 4 in linea. Sempre presente il display TFT a colori con la possibilità di connettersi allo smartphone tramite Bluetooth grazie all’esclusiva app Rideology di Kawasaki che offre una varietà di informazioni e dettagli su moto e percorsi effettuati rendendo ancor più completa l’esperienza in sella.

Disponibile in un’unica colorazione distintiva Metallic Spark Black / Candy Lime Green

Novità
Z900RS SE “Yellow Ball”

Kawasaki Z900RS 2022

Riportando alla luce una delle grafiche più desiderate delle Kawasaki anni ’70, il nuovo modello Z900RS SE per la stagione 2022 sarà disponibile nella classica livrea “Yellow Ball” che si rifà all’originale Super Four del 1972 del modello Z1.

Sebbene questa colorazione sia la peculiarità più evidente della nuova Z900RS, le novità non si fermano qui. La Z900RS SE è dotata di serie di un ampio ventaglio di aggiornamenti con specifiche di qualità che comprendono il reparto sospensioni e freni.

Partiamo dal comparto posteriore: il modello SE è dotato di un ammortizzatore posteriore Öhlins S46 con regolazione del precarico. E’ caratterizzato da un corpo in alluminio con costruzione a tubo singolo, dal grande pistone da ø46 mm e internamente dalla camere d’aria e del gas separate da un pistone flottante. Il tutto progettato per trasmettere un feeling superiore al pilota per quanto riguarda aderenza e maneggevolezza.

Anche per l’avantreno ci sono aggiornamenti importanti. La forcella anteriore rovesciata da 41 mm non solo risplende della sua colorazione dorata, ma è stata settata con una raffinata impostazione che permette in qualsiasi momento un equilibrio ideale di reazioni tra anteriore e posteriore lungo tutto il range di escursione delle sospensioni.

Anche il comparto freni si rinnova, all’anteriore, adottando pinze e dischi Brembo. I doppi dischi anteriori Brembo da ø300 mm sono frenati da pinze Brembo monoblocco ad attacco radiale M4.32 servite da una pompa freno radiale Nissin a diametro ridotto (ø17,5 mm dai ø19,1 mm del modello standard) e il comando avviene attraverso tubi in treccia in acciaio inossidabile che offrono una maggiore potenza frenante ed allo stesso tempo una progressione più lineare all’azionamento della leva.

Esteticamente, la Z900RS SE, che presenta le lettere “RS” del logo sui fianchi laterali rifiniti in rosso, si differenzia ulteriormente per i coperchi laterali del radiatore in alluminio nero e le ruote a più razze color oro. La “ciliegina sulla torta” ovviamente è il cosiddetto schema di verniciatura “Yellow Ball” che tocca le corde del cuore degli appassionati della Z1. 

Carry-Over
2022 Kawasaki Z H2 SE: EMOZIONI SUPERCHARGE

2022 Kawasaki Z H2 SE

Per il 2022, la supernaked di Kawasaki, la Z H2 SE, si pone al vertice della sua categoria, unica nel suo genere, pronta a stupire tutti gli appassionati anche in questa stagione.

È arrivata sulla Terra la Kawasaki Z H2 SE: la sua carta vincente, nella classe da 1 litro delle Supernaked, è il compressore integrato progettato e prodotto al 100% dal gruppo Kawasaki.
Sfruttando infatti le competenze delle divisioni aerospaziale e turbine, è stata creata una gamma unica di moto con motore supercharged , con particolare focus nel segmento Supersport, Sport Touring e, nel caso della Z H2 SE, Supernaked.

La chiave del concetto motoristico di Z H2 SE è l’uso del balanced supercharged engine che privilegia la coppia ai bassi e medi regimi senza ovviamente sacrificare la spinta e l’urlo agli alti del 4 in linea da 998cc.

Lo stile Sugomi domina totalmente il design unico della Z H2 e pone particolare attenzione sulla presa d’aria asimmetrica, con griglia verde, indispensabile per alimentare il supercharged. La sua linea si sposa perfettamente con il telaio a traliccio, familiare ai fan di Ninja H2, elemento fondamentale per la ciclistica della Z H2 SE, a cui si congiunge un forcellone posteriore bi-braccio. Questi particolari, assieme al manubrio fat-type e alla frizione antisaltellamento assistita, conferiscono al pilota il feeling perfetto per adattarsi alla potenza e allo stile di guida di questa Supernaked.

Fari e illuminazione sono totalmente full LED e sono abbinati all’ampio display a colori TFT a cui potersi connettere tramite bluetooth col proprio smartphone, grazie all’ultima versione aggiornata dell’app Rideology di Kawasaki.

Ricco il pacchetto elettronico: quick shifter in innesto e scalata di marcia, frenata integrata, launch control, controllo di trazione selezionabile su tre livelli, power modes e cruise control: una raffinata gestione elettronica affiancata allo stile aggressivo e tagliente della moto.

Nel particolare la Z H2 SE offre sospensioni elettroniche KECS basate sulla tecnologia Showa Skyhook, per effetto della quale l’assetto della moto rimane sempre stabile, grazie alla capacità di reagire e adattarsi in frazioni di secondo alle condizioni del manto stradale. Inoltre, il pacchetto freno anteriore Brembo, è composto da pinze radiali monoblocco Stylema e da una pompa freno anteriore sempre Brembo che offre un’elevata capacità di arresto e un miglior controllo della frenata.

Il tocco finale è uno speciale pacchetto grafico che distingue il modello SE da tutte le altre Supernaked della categoria, a partire dalla colorazione inedita per il 2022: Metallic Diablo Black/Golden Blazed Green.
Kawasaki Z H2 SE è una supernaked che va oltre le mode, realizzata per chi ama farsi notare e vuole per sé una moto unica nel suo genere capace di dominare la strada e di attirare gli sguardi di tutti.

Carry-Over
L’energia di Z650 si sprigiona anche nel 2022

Kawasaki Z650 2022

Z650 è una Kawasaki adatta a tutti, guidabile anche con patente A2 che ispira fiducia non solo a coloro che sono alle prime armi sulle due ruote, ma anche ai motociclisti più esperti; infatti Z650 è la moto che il sei volte campione del mondo Superbike, Jonathan Rea, ha recentemente scelto di guidare per il suo allenamento su strada prima di fare l’esame per la patente di guida.

Dotata di serie di fari a LED e di un motore a basse emissioni conforme alla normativa Euro5. Lo stile e le caratteristiche tecniche della Z650 la denotano automaticamente come un forte membro dell’iconica famiglia Z. Il design Sugomi è un matrimonio alla pari di stile e ingegneria che si manifesta nello spoiler anteriore, nelle muscolose coperture del radiatore e nelle linee spigolose e aggressive della moto.

Tecnicamente, la Z650 utilizza una strumentazione TFT a colori molto apprezzato dai clienti che non solo trasmette le informazioni in modo chiaro, ma ha anche un chip Bluetooth integrato che consente ai motociclisti di accoppiare la moto con il proprio smartphone utilizzando l’app Rideology di Kawasaki permettendo di accedere ad una serie di dati e informazioni utili per apprezzare al meglio l’esperienza in sella a Z650.

Gratificante tanto per coloro che salgono in sella per la prima volta tanto per coloro che guidano da molti anni – e persino per chi è pluri campione del mondo – la Z650 sarà disponibile nel 2022 in tre opzioni di colore, Metallic Spark Black/Metallic Flat Spark Black – Candy Lime Green/Metallic Spark Black – Pearl Robotic White/Metallic Matte Graphenesteel Grey

Carry-Over
Ninja ZX-10R e ZX-10RR 2022 dalla A alla Z

Kawasaki Ninja ZX-10R-2022

Le Ninja sono pronte alla sfida anche per il 2022: Ninja ZX-10R e ZX-10RR 2022 ritornano con un equipaggiamento tecnologico di prim’ordine nella categoria Superbike, partendo dal pacchetto aerodinamico recentemente introdotto, che crea una maggiore deportanza (+17%) rispetto il modello precedente, fino a quel capolavoro tecnico che è il motore della ZX-10R: quattro cilindri e 998 cc raffreddato a liquido. 

Le due Ninja ZX-10 sono due punti di riferimento nella classe 1000 delle supersportive. Se la R è orientata alla strada, la RR è pensata esclusivamente per la pista. Sebbene ci siano delle differenze sostanziali tra le due moto, la maggior parte della loro tecnologia è condivisa e ciascuna offre prestazioni e specifiche tecniche eccezionali.

Tra le caratteristiche principali: illuminazione a LED completa, pacchetto aerodinamico che include alette integrate, ed un cupolino più alto e protettivo. Inoltre, triangolazione manubrio, sella e pedane perfettamente progettata per dare al pilota una posizione di guida ideale e infine il grande display TFT con Bluetooth connesso allo smartphone tramite l’app Rideology Kawasaki, recentemente aggiornata.

Il pacchetto di elettronica presente sulle Ninja prevede: frenata integrata KIBS di serie, quick shifter in innesto e scalata, launch control, cornering management function e una IMU Bosch all’avanguardia che offre il traction control sportivo selezionabile su più livelli, regolazione del freno motore e power modes. In più è presente la modalità rider che permette il mix tra TC, power mode e freno motore. Di serie troviamo anche il cruise control elettronico e, come accessorio, le manopole riscaldate per i semi-manubri.

La frenata su entrambi i modelli è gestita all’anteriore con pinze Brembo M50 monoblocco che agiscono su dischi da ø330mm ed entrambe le moto utilizzano il sistema di sospensione posteriore a link orizzontale che è pressoché identico all’assetto delle moto schierate dal Kawasaki Racing Team nel WorldSBK.

Parlando di corse, la Ninja ZX-10RR è la base da cui partire per avere una vera race replica nel proprio garage. Confezionata con dettagli orientati esclusivamente alla guida in pista, troviamo i cerchi Marchesini alleggeriti, componenti Pankl come bielle, pistoni e spinotti e l’albero a camme della RR con profili specifici dotati di molle speciali per valvole di aspirazione e scarico adatte per un uso prolungato ad alto regime che consente al modello RR di aumentare di 400 giri/min il limitatore rispetto alla ZX-10R standard. A completare l’allestimento troviamo una sella monoposto e pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP.

Entrambe le moto sono orgogliosamente caratterizzate dal Kawasaki River Mark.
Le opzioni di colore per il 2022 saranno Lime Green/Ebony/Pearl Blizzard White per la Ninja ZX-10R e Lime Green racing per la Ninja ZX-10RR.

Carry-Over
W800 proietta la leggenda W nel 2022

Kawasaki W800 2021

A partire dalla W1 da 650 cc a metà degli anni Sessanta, la fiamma della W è stata riaccesa nel 1999 con il lancio della W650, una moto che unisce la moderna tecnologia con il tradizionale approccio di Kawasaki all’artigianato e all’ingegneria.

Tuttavia, la famiglia W non è racchiusa in una capsula del tempo e i modelli successivi sono stati sempre aggiornati così come lo è la W800 per model year 2022. Sfoggiando il suo tradizionale bicilindrico parallelo raffreddato ad aria che sfrutta un comando della distribuzione a coppie coniche conforme alla normativa Euro5. La W800 include una serie di tecnologie a misura di pilota tra cui: iniezione elettronica, doppie valvole a farfalla e frenata ABS. Sfoggia anche una frizione assistita e antisaltellamento che aiuta il pilota in tutte le manovre di guida.  

Nessun problema per chi ama guidare durante le ore notturne, W800 si affida a un faro a LED che lascia il pilota libero di godersi la risposta sonora dell’albero motore con manovellismo a 360 gradi che fornisce una potenza di trazione istantanea e prevedibile, incoraggiando quindi a non fermarsi mai e guidare verso i paesaggi più suggestivi durante il fine settimana.
Le vetrine dei negozi sono l’ideale per far rispecchiare il fascino della W800. Da ferma con gli emblemi serbatoio, particolari motore cromati, un sedile tuck and roll (disponibile in due altezze come accessori Ergo-Fit di Kawasaki) oltre ai classici cerchi a raggi di serie: anteriore da 19 pollici e posteriore da 18 pollici,  la rendono una moto inconfondibile.

Uno sguardo alla strumentazione in stile tradizionale, una comoda presa al manubrio e una triangolazione pedane manubrio sella ergonomicamente riuscita, convincono il pilota che Kawasaki ha prodotto il pacchetto meccanico e tecnico W più completo di sempre per la stagione 2022 disponibile sia a piena potenza che depotenziata per chi in possesso di patente A2.

La situazione ambientale attuale e il controllo dell’inquinamento richiedono un approccio tecnologicamente moderno e la W800 my 2022 risponde a queste esigenze con facilità, ma non sacrificando l’aspetto della tradizione stilistica e il tipo di discendenza ingegneristica che altri produttori sognano ma che raramente, se non mai, sono in grado di eguagliare.

Disponibile in Candy Fire Red/Metallic Diablo Black per il 2022, l’icona originale della scuderia Kawasaki è pronta a rivelare la sua natura da purosangue.

Carry-Over
Versys 1000 my22: l’avventura chiama

Kawasaki Versys 1000SE 2022

Scelta dai motociclisti più ambiziosi che vogliono esplorare il mondo e spingersi oltre i propri limiti, Versys sarà disponibile in due versioni per il 2022.

Il modello SE è il leader della famiglia Versys grazie alla presenza di numerosi aiuti elettronici per il pilota ed alle sue sospensioni semi-attive Showa a regolazione elettronica gestite dall’algoritmo Skyhook. Questa tecnologia permette alla SE di essere sempre stabile mentre affronta le diverse asperità del manto stradale grazie alla grande velocità di auto adattamento della sospensione.

Nel 2022, la versione S affianca la SE offrendo gli stessi aiuti alla guida ma utilizzando un comparto sospensioni tradizionale.

L’elenco degli aiuti elettronici di cui entrambe le Kawasaki dispongono è ampio: cruise control elettronico, pacchetto di controllo avanzato dell’IMU, traction control, power mode, riding mode, quick shifter in innesto e scalata, per concludere con un sistema di frenata ABS integrato.

La S e la SE condividono un pacchetto fari full LED che include le cornering lights, la strumentazione TFT con connettività Bluetooth allo smartphone tramite l’app Kawasaki Rideology ed infine la comodità di un ampio parabrezza regolabile e paramani altamente protettivi. Come accessorio saranno sempre disponibili le ampie borse laterali rigide e il classico bauletto oltre a tante altre opzioni perfette per allestire secondo il proprio gusto Versys 1000 S ed SE. Entrambi i modelli saranno disponibili nelle versioni Tourer plus e Grand Tourer.

Le colorazioni per il 2022 di Versys S e Versys SE saranno:

– Emerald Blazed Green/Metallic Diablo Black/Metallic Spark Black
– Metallic Graphite Grey/Metallic Diablo Black/Metallic Flat Spark Black

Carry-Over
Vulcan S: in viaggio con stile

Kawasaki Vulcan S 2022

Equipaggiata con il motore bicilindrico parallelo raffreddato ad acqua da 649 cc, marchio di fabbrica Kawasaki, già utilizzato con successo su altri modelli di media cilindrata, è stato ottimizzato per la Vulcan S, per avere una coppia pronta e una risposta al gas fluida e controllabile sin dai bassi e medi regimi.

Racchiuso in un elegante telaio tubolare, il ritmo del motore bicilindrico si abbina perfettamente al lungo serbatoio a goccia, alla sella morbida e profonda e all’atteggiamento rilassato di questa elegante e sfacciata boulevard cruiser. L’ammortizzatore posteriore sfalsato assieme ad una robusta forcella anteriore da 41 mm  regalano prestazioni e affidabilità.
 
L’ergonomia è garantita grazie al manubrio in stile pull-back e alla classica posizione di guida rilassata da cruiser. La possibilità di poggiare i piedi saldamente a terra da fermi rende la Vulcan S perfetta per tutte le stature dei motociclisti strizzando l’occhio anche al mondo femminile.

In termini di comfort del pilota, la Vulcan S è molto avanti rispetto alla concorrenza grazie a una gamma innovativa di opzioni Ergo-Fit. Il sistema Ergo-Fit Kawasaki offre diverse combinazioni per quanto riguarda la regolazione dell’altezza sella, delle pedane oltre alla possibilità di estensione del manubrio per personalizzare al meglio la posizione di guida ideale per ogni pilota.
 
Splendente con accattivanti ruote multi-razze, la combinazione di una ruota anteriore da 18 pollici nella parte anteriore e una da 17 pollici al posteriore  aggiunge davvero quel qualcosa in più alla presenza di questa impressionante cruiser guidabile con patente A2.
 
I colori per il 2022 saranno:
 
–             Metallic Flat Spark Black
–             Metallic Matte Graphenesteel Gray/ Metallic Matt Graphite Gray

Carry-Over
Ninja 1000SX: la sport touring di Kawasaki

Kawasaki Ninja 1000 2022

Giunta alla sua quarta edizione, Ninja 1000SX è stata gradualmente perfezionata e presenta un magico mix di funzionalità che si combinano per creare una moto unica da vero pedigree Kawasaki. La recente adozione di uno scarico sportivo quattro in uno, una carena aerodinamica, pinze freni anteriori monoblocco ad attacco radiale, sospensioni orizzontali back-link ed il cambio rapido quick shifter mettono in mostra autentiche caratteristiche Ninja.

Non secondario l’aspetto touring. La capacità totale combinata delle borse laterali accessorie è di ben 56 litri, le loro forme dinamiche si sposano alla perfezione con le linee di design Ninja rendendo la moto sportiva ed accattivante anche con il set borse montato. Anche il comfort della sella è stato recentemente migliorato assieme a una maggiore protezione dal vento grazie a un parabrezza che offre un’ampia gamma di regolazioni per ottimizzare il flusso dell’aria durante la guida.

In termini di elettronica, l’assistenza alla guida è totale grazie all’adozione di una IMU che, insieme alla ECU, misura l’inerzia su sei assi. Cruise control elettronico di serie. In più, sono di serie le power mode integrate selezionabili, il cornering management function, il controllo di trazione KTRC, l’ABS di livello supersportivo e la possibilità di connettere lo smartphone alla moto tramite l’app Rideology di Kawasaki e grazie alla funzionalità della strumentazione TFT completamente digitale.
 
I colori per il 2022 saranno:
 
–             Metallic Diablo Black/Pearl Robotic White
–             Emerald Blazed Green/ Metallic Diablo Black/Metallic Graphite Gray
–             Metallic Matte Graphenesteel Gray/Steel Gray/ Metallic Diablo Black

Carry-Over
Svelati i KX250 e KX450 per il model year 2022

Kawasaki KX250 2022

Il KX250 per il 2022 mantiene le stesse specifiche già presentate aggiungendo continuità a un modello di incredibile successo.

Con il suo potente motore a quattro tempi raffreddato a liquido e grazie all’azionamento delle valvole con bilancieri a dito, tecnologia derivata dal modello Ninja, il KX250 è sia agile che robusto. Pronto ad offrire un’ergonomia sublime e precisione di guida da riferimento.

La recente adozione del forcellone e della frizione idraulica derivanti dal modello KX450, si associa alla scelta di utilizzare un layout del telaio simile a quello che troviamo già sul quattro e mezzo. Questi upgrade sono stati utili per creare un pacchetto di classe mondiale che si concentra sul miglioramento di tutte le aree: dal motore, al telaio passando per l’ergonomia e la frenata.

Gli aggiornamenti al motore, tra cui le molle delle valvole più resistenti, la fasatura di scarico rivista e il design della camera di combustione sono stati tutti mantenuti per il 2022, creando continuità nella linea KX.

La stessa filosofia è stata impiegata per il KX450 my 2022 che arriva negli showroom con una specifica che include la recente adozione di un trattamento sul mantello del pistone che riduce l’attrito tra il pistone e la parete del cilindro. Associato alla modifica della frizione che sostituisce la molla elicoidale con molle a disco conico con un conseguente azionamento della frizione più leggero.