Una regione tutta da scoprire ricca di paesaggi mozzafiato e mare cristallino. Le Marche sorgono tra le montagne degli Appennini e il Mare Adriatico donando ai motociclisti stupendi scorci su parchi naturali, borghi, monti, spiagge. Ecco qualche suggerimento per itinerari nelle Marche in moto.

Itinerario delle Marche in moto: castelli, grotte e parchi

  • Difficoltà del percorso 80% 80%
  • Natura 70% 70%
  • Storia e Arte 80% 80%

Numero Chilometri

Tempo stimato

Itinerario delle Marche in moto: borghi da scoprire

  • Difficoltà del percorso 70% 70%
  • Natura 70% 70%
  • Storia e Arte 80% 80%

Numero Chilometri

Tempo stimato

Partenza del nostro giro in moto da Fano. Imbocchiamo la SP16 e al bivio la SP17. Arriviamo a Mondolfo, uno dei borghi più belli d’Italia. Il suo castello racchiuso da una duplice cortina muraria merita una visita. In moto ci dirigiamo verso l’entroterra superando Corinaldo, la città palcoscenico più bella delle Marche e Serra de’ Conti, uno dei centri storici centro storico meglio preservati della provincia d’Ancona. 
Ancora verso sud la SP502 ci porterà a Cingoli, graziosa cittadina dalla cinta muraria quasi del tutto intatta che merita una sosta. La prossima tappa è Tolentino, un piccolo scrigno prezioso ricco di arte e storia tra la montagna e la costa.
Siamo sempre sulla SP502. All’altezza di Santa Maria di Pieca prenderemo il bivio a destra, imboccando la SP78 fino a Sarnano. Splendido borgo immerso nelle montagne maceratesi, dà la possibilità di ammirare la Fioritura delle Orchidee dei Sibillini sui Piano di Ragnolo in primavera (tra la seconda metà di maggio e la prima settimana di giugno, a seconda delle temperature). Poco lontano sarà anche possibile visitare la cascata dell’Antico Mulino del Piano.
Proseguiamo in moto per Offida, magnifico borgo ricco di storia e tradizioni incastonato in uno sperone roccioso. Il nostro itinerario si conclude ad Ascoli Piceno ma c’è ancora tempo per una piccola deviazione a Ripatransone, denominato “Belvedere del Piceno”, affascinante borgo ascolano che vanta una posizione panoramica mozzafiato. Qui potremo p
ercorrere la romantica scalinata di Via Margherita, attraversare il vicolo più stretto d’Italia e assaggiare il ciavarro (una sorta di zuppa a base di ben 12 varietà di cereali e legumi).

Itinerario delle Marche in moto: dal mare all’entroterra

  • Difficoltà del percorso 70% 70%
  • Natura 70% 70%
  • Storia e Arte 70% 70%

Numero Chilometri

Tempo stimato

Partiamo in moto da Ancona e costeggiamo il mare addentrandoci nel Parco Regionale Naturale del Conero. Passiamo Sirolo, antico borgo medievale ma anche luogo ricco di bellissime spiagge. Superiamo Numana e prima di Porto Recanati svoltiamo all’interno verso Montelupone, splendido borgo collinare. Volendo possiamo fare una piccola deviazione per Recanati, cittadina che ha dato i natali al poeta Giacomo Leopardi.
Proseguiamo fino a Macerata dove svolteremo a destra in direzione Jesi. Borgo tra i più belli d’Italia, Jesi è ricca di storia, arte e cultura, sorge tra le colline, a metà strada tra il mare e la montagna.
Torniamo indietro fino al bivio a Macerata e imbocchiamo la SP77 che ci porterà a Urbisaglia, dopo aver attraversato Riserva Naturale Abbadia di Fiastra, un’area naturale protetta situata nel cuore sia delle Marche che della fascia medio-collinare della provincia di Macerata. Urbisaglia è una cittadina dominante la valle del Fiastra cinta da mura e famosa per la sua rocca.
Torniamo in sella direzione sud-est per esplorare Montegiorgio, godendoci prima qualche curva. Il comune è posizionato su un colle a 411 m. s.l.m. in un’area d’antico insediamento piceno e romano. 
Ultima tappa di questo itinerario Fermo, città ricca di storia e un borgo medievale da visitare. 

MissBiker© 2021