La Maremma toscana è una zona ricca di paesaggi diversi: si passa dal mare ai monti, dal verde brillante delle colline a quello più scuro dei boschi, da piccoli laghi alle acque termali. E poi paesi antichi, borghi da sogno, buon cibo e tradizioni. In questo itinerario percorreremo solo in una piccola parte di questo meraviglioso territorio con partenza da Grosseto.

  • Difficoltà del percorso 60% 60%
  • Natura 80% 80%
  • Storia e Arte 70% 70%

Numero Chilometri

Tempo stimato

Da Grosseto al Monte Amiata alla scoperta della Maremma Toscana

Partenza da Grosseto, capoluogo dell’omonima provincia. Se hai la possibilità di visitare il centro storico fallo: è molto caratteristico ed è racchiuso da antiche mura medicee che tutt’oggi hanno mantenuto il loro aspetto originario. Saliamo in moto e imbocchiamo la SP159 verso est dirigendoci verso Scansano. Supereremo i piccoli paesi di Istia d’Ombrone (antico borgo con i resti del suo antico castello), Preselle, Pancole in un susseguirsi di dolci colline: ci troviamo nella Valle dell’Ombrone la zona del famoso vino Morellino di Scansano. Se vuoi rifocillarti con qualcosa di gustoso e tipico ti consigliamo una sosta presso la Merenderia gli Olmi che vanta anche una splendida terrazza con vista.

Arriviamo a Scansano e ci possiamo dedicare una piccola sosta per fare due passi nel piccolo centro di questa cittadina che offre bellissimi panorami sia sul versante del mare, sia sul versante del monte Amiata. 

Usciamo dal paese e imbocchiamo la SP163 attraversando colline di vitigni e uliveti in continui saliscendi e larghe curve. Il paesaggio è affascinante e sempre diverso a seconda della stagione. Al bivio proseguiamo verso nord continuando sulla stessa strada provinciale in direzione Monte Amiata. Il territorio circostante cambia radicalmente, si abbassa la temperatura e ci si addentra nei boschi. L’Amiata è un antico vulcano spento di 1738 m s.l.m.. Già dalla strada a circa 800 m s.l.m. possiamo osservare la splendida foresta ricca di castagni, abeti e faggi che ci accompagneranno nel tragitto. In vetta, con condizioni di buona visibilità, è possibile ammirare una vista spettacolare che spazia per centinaia di chilometri sulla Maremma, sulle colline senesi e sul lago di Bolsena.

Maremma
Montemerano
Maremma
Terme di Saturnia
Maremma
Monte Amiata

Montemerano e Pitigliano: dove il tempo si è fermato

Riscendiamo per la stessa strada che abbiamo percorso all’andata continuando verso sud sulla SP10. Superiamo Semproniano, piccolo borgo con dimore di pietra e vicoli medievali, e subito dopo imbocchiamo la SP155 sempre verso sud. La strada, immersa nelle dolci colline, ci porta a Saturnia, famosa località termale. Proseguiamo il nostro viaggio in Maremma fino ad arrivare a Montemerano, uno dei Borghi più Belli d’Italia. Una piccola visita al centro storico medievale risalente al 1200 è d’obbligo e vi lascerà senza fiato.

Riprendiamo la nostra moto sulla SP74 Maremmana che ci porterà dopo qualche curva alla bellissima Pitigliano, altro borgo tra i più belli d’Italia. La cittadina è un incanto già dalla strada: scolpita nel tufo, con le case a picco sui costoni circondati da tre fossi possiede un’imponente fortezza che copre l’unico lato esposto. Abitata già dagli etruschi e dai romani divenne un importante centro nel XV secolo. 

MissBiker 2020