Nell’ultimo mese la stampa brasiliana ha dato risalto a molti tentativi di furto da parte di ladri ai danni di motociclisti. In questo caso la ragazza si è difesa con tutte le sue forze riuscendo a far fuggire il malvivente. Insomma, rubare la moto ad una donna potrebbe sembrare semplice, specialmente per le caratteristiche fisiche ma non si può dire che manchiamo di caparbietà!

Passos, Stato del Minas Gerais

13 aprile 2022

Dalle pagine del portale G1, si legge che una giovane donna ha avuto una collutazione con un ladro e ha impedito il furto della sua moto. La ragazza è stata avvicinata dal malvivente mentre stava entrando al lavoro.
Le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza di uno stabilimento mostrano il momento in cui il ladro incappucciato arriva e cerca di strappare la chiave della motocicletta dalle mani della donna. La giovane non si perde d’animo, insegue il ladro e riesce a togliergli il cappuccio dalla testa.
Poi la donna sale sul retro della moto mentre il ladro cerca di avviare il motore e lo prende a pugni sulla schiena urlando. La moto cade e la motociclista viene gettata a terra ma alla fine il farabutto deve scappare quando vede arrivare un altro residente.

L’intera azione è durata meno di un minuto e il video è diventato subito virale sui social.
La giovane è rimasta ferita e portata in ospedale ancora scossa dalla situazione ma senza ferite gravi.
Nel primo pomeriggio l’indagato, un minore di 17 anni, è stato arrestato e portato in questura.

I numeri di furti e rapine preoccupano i motociclisti in tutto il Brasile

Nello Stato di San Paolo viene rubata una moto ogni 4 ore.

Il Brasile ha più di 27 milioni di motocicli in circolazione, ovvero una moto ogni otto abitanti, secondo l’Associazione brasiliana dei produttori di motocicli, ciclomotori, scooter, biciclette e simili (Abraciclo).

Sempre più persone hanno un veicolo a due ruote. Per darvi un’idea, nel 2008 la media nazionale era di una moto ogni 14 abitanti. La produzione brasiliana è di oltre 1 milione di unità all’anno, il che garantisce al Brasile l’ottavo posto nella classifica dei maggiori produttori di motociclette del pianeta. Ma se la produzione di motociclette è cresciuta negli ultimi decenni, anche il numero di rapine e furti è cresciuto. Principalmente nelle capitali e nelle regioni metropolitane.