La pilota di Rangiora (grande città e sede del distretto di Waimakariri, a Canterbury) Avalon Biddle è entrata nella storia sportiva a Taupo domenica 7 aprile 2019, dopo essere divenatata la prima donna a vincere il titolo Supersport 600 della Nuova Zelanda, un’ambita “corona” del motociclismo nazionale.

Biddle, 26 anni, ha battuto il suo principale rivale, Toby Summers di Manukau, dopo un fine settimana di corse al Bruce Mclaren Motorsport Park di Taupo. Questa vittoria ha un gusto speciale viste le premesse di sabato, giorno in cui Avalon era caduta in curva durante la prima delle sue tre gare. 

La pilota ha iniziato l’evento di due giorni con 29 punti di vantaggio su Summers, caduto anch’egli nella stessa curva, ma la coppia di testa domenica ha battagliato per la vittoria nonostante il distacco.

“Non me lo sarei mai aspettato oggi dopo essere uscita alla prima curva alla prima gara e non aver segnato nessun punto. La corsa successiva, poi, è stata contrassegnata dalle bandiere rosse e nessuno è riuscito a guadagnare punti. E’ stata una fortuna arrivare con quel vantaggio”, ha detto Biddle.

Avalon Biddle (n. 3) in competizione con il rivale Toby Summers (n. 22)

“Quando ho iniziato a correre nella categoria 600, non avrei mai pensato di raggiungere questa posizione.”

Questa vittoria di Biddle segue quella del mese scorso nella gara del New Zealand TT Championship Trophy a Hampton Downs, il terzo round di cinque di questa stagione della Nuova Zelanda Superbike Championships.

“Non stavo pensando tanto a entrare nella storia”, ha detto. “Volevo solo vincere per ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto per così tanto tempo, Cheryl e Phil London di WIL Sports, Kawasaki New Zealand e MTF Finance”.

“Ho rispettato e ammirato i ragazzi che hanno vinto in passato, piloti come Craig Shirriffs, Sam Smith e anche il mio compagno Jake [Lewis].”

Biddle è finita sul podio in quattro dei cinque eventi del campionato Superbike della Nuova Zelanda e ha dichiarato che intende correre in Australia entro la fine dell’anno.

Fonte Stuff.co.nz