L’enduro è un termine che deriva dall’inglese “endurance” cioè resistenza. Chi pratica enduro necessita di una buona condizione fisica e di moto adatte a questa disciplina cioè fatte per percorrere strade sterrate con ghiaia, fango, ecc. A differenza delle moto da cross le moto da enduro devono rispettare le norme imposte dal codice della strada perché possono circolare anche su strade aperte al traffico, devono avere fari, indicatori di direzione, targa, terminale di scarico e pneumatici omologati.
Abbiamo chiesto qualche informazione in più a Giada Giglioli, appassionata endurista, del concessionario ufficiale KTM Giglioli Motori.

L’altezza non è un problema

La moto da enduro, a differenza di una stradale, è nata per “essere scomoda” perché concepita per essere guidata in piedi sulle pedane per il 99% del tempo.
Molte di voi penseranno – OK, prima di guidare in piedi devo però riuscire a salire in sella! – i modelli KTM enduro hanno un’altezza sella di 960mm e l’altezza media delle donne italiane è di 164,6cm! Niente paura, KTM fornisce un kit di abbassamento che toglie ben 5 cm all’altezza della sella e con altri trucchetti si può arrivare fino a 7 cm in meno!

Scegliere la prima moto da enduro: 2 o 4 tempi?

Per le motocicliste già rodate su strada, sarà più facile trovare feeling con un motore a 4 tempi: è l’ideale per una guida a basse velocità, ha un’erogazione dolce e il freno motore aiuta ad imparare con tutta calma come usare i freni nel modo giusto.
I 2 tempi sono detti “esplosivi”: non esiste freno motore, ci sono solo due cose da fare, tenere il GAS APERTO o i FRENI TIRATI. I moderni KTM 2 tempi sono ad iniezione, questo significa che hanno un’erogazione più dolce e controllata rispetto alle cugine di qualche anno fa.
Le moto 2 tempi inoltre sono più leggere visti i minori componenti meccanici che costituiscono il motore.

I costi di manutenzione sono diversi tra 2 e 4 tempi.
KTM consiglia un “tagliando leggero” ogni 10 ore di utilizzo (l’usura delle moto da enduro si misura in ore di utilizzo del motore, non dai chilometri percorsi) e uno più approfondito ogni 20 ore, sia per il motore a 2 tempi – vengono controllati e modificati i valori dell’iniezione elettronica – che per il motore a 4 tempi – viene controllato il gioco delle valvole, controllati e modificati i valori dell’iniezione elettronica.

Fare fuoristrada e avere una moto tutta nostra, significa anche avere delle conoscenze base di manutenzione, questo cambierà il conto al ritiro della moto dall’officina.
Parlando di costi: per il “tagliando leggero” KTM su un 2 tempi si pagano circa € 100 mentre per un 4 tempi si arriva € 170.

Consigli sull’acquisto di una moto da enduro KTM

A chi vuole iniziare a guidare una moto da enduro consiglio la KTM 150 EXC-TPI o la KTM 250 EXC-F.

KTM 150 EXC-TPI ha un motore monocilindrico 2 tempi ad iniezione elettronica E’ una moto che pesa 97 Kg a secco, il serbatoio ha una capacità di 9 litri e offre dei consumi molto bassi.
Un 2 tempi ad iniezione elettronica ha due plus vistosi rispetto ad un 2T a carburatore: non è necessario fare miscela e la carburazione viene calibrata elettronicamente ad ogni cambio di altitudine.
KTM 250 EXC-F ha un motore monocilindrico 4 tempi, pesa 103 Kg a secco e anche il suo serbatoio ha una capacità di 9 litri anch’esso con dei consumi bassissimi.

Entrambe le cilindrate in assetto READY TO RACE, arrivano a scatenare tra i 39 e i 37CV. Un rapporto peso/potenza ineguagliabile rispetto altri marchi, filosofia progettuale applicata su tutti i modelli KTM, dalle Adventure, alle naked.

KTM è nata con le ruote nel fango, produce moto da fuoristrada dai primi anni ’50 che oggi sono arrivate a trionfare su ogni podio di competizioni Enduro e Cross.
La finezza progettuale che rende queste moto gioielli da competizione dà grandi soddisfazioni anche agli amatori, per la ciclistica ben calibrata che diminuisce la fatica, per la potenza che porta fuori da ogni situazione impestata.
Ad esempio, con € 9200 posso portare a casa un KTM 150 EXC TPY MY2021 e poi decidere se partecipare al campionato italiano enduro o prendere la mia prima lezione di guida in off-road.
Lo stesso vale per il KTM 250 EXC-F che costa € 11.700.

KTM 150 EXC-TPI
KTM 150 EXC-TPI
KTM 250 EXC-F
KTM 250 EXC-F

Ultimi consigli importanti

Prima di acquistare la tua prima moto da enduro ti consiglio di frequentate qualche corso di guida off-road in cui sia compreso il noleggio moto. Prova moto e cilindrate diverse e cerca di capire come ti senti in sella.
Quando avrai individuato la cilindrata più adatta a te, potrai scegliere di acquistare anche una moto usata ma ricorda: il mondo dell’usato off-road è complicato per chi arriva dallo stradale, meglio portare con te qualcuno di esperto in materia.
L’enduro non è affatto uno sport individuale, trovare un gruppo con cui fare delle uscite è motivante e divertente. Ci sono molti modi di vivere l’off-road: la gara, l’uscita con gli amici, il viaggio all’avventura (come il Chica Loca).
Ad ogni modo è un mondo affascinante tutto da scoprire!

Giada Giglioli
Credits MissBiker.com

Foto credits KTM