In questi giorni ho avuto la conferma che la vita riesce sempre a sorprendere in modi curiosi.
Partendo da presupposti piuttosto seri posso dire che, pur essendo abbastanza incline alle nuove esperienze, un giro sulla moto elettrica non era proprio tra quelle che avrei scelto di fare e che ho sempre avuto il sacro terrore dello sterrato. Nelle poche esperienze fatte con la mia moto (Suzuki GSR750) ho sudato le proverbiali sette camicie (compresa maglia termica, imbottitura e giubbino) e pensavo “mai e poi mai” se non costretta perché non c’è altra via.

Quando Lisa mi ha telefonato per propormi di provare la FX di Zero Motorcycles su un percorso enduro, anche se light, al Sestriere, mi sono venuti i sudori freddi. Ci ho pensato un po’, in realtà non ha faticato molto a convincermi, due giorni di fresco lontano da Milano non avrebbero lasciato indifferente nessuno.

Sestriere, moto elettrica e sterrato

Arrivata, lo stand è già presente davanti all’albergo, guardo queste moto dalla linea particolare e accattivante e con l’occhio esperto mi parte l’ansia da altezza della sella. 88 cm. Vabbè son qui… non mi resta che attendere il momento di provarla. Intanto salgo per capire qual è la percentuale di rischio di volare da ferma. Tocco con entrambe le punte, è già qualcosa. Poi penso a chi non è un metro e 70 come me, chiedo e scopro che ne esiste una versione S che è circa 5 cm più bassa, ottimo!

Alla conferenza stampa serale ci spiegano un concetto molto interessante. La moto elettrica non è solo un modo per risparmiare (a conti fatti si risparmia parecchio considerando che un “pieno” costa circa 1,50 euro e che la manutenzione è praticamente inesistente) e non è solo un modo per non inquinare, ma è anche uno stile di vita. Il tour off-road di Zero FX Nature Experience che faremo la mattina successiva ne sarà la prova. Con la moto elettrica raggiungeremo luoghi che altrimenti sarebbero proibiti al turismo montano se non in bici o a piedi e senza disturbare la natura circostante. Le mucche al pascolo, mi dicono, ci guarderanno incuriosite e senza scappare!

FX di Zero Motorcycles
FX di Zero Motorcycles

ZERO FX NATURE EXPERIENCE

Insomma lo slogan “La nuova frontiera del turismo off-road è green con ZERO FX NATURE EXPERIENCE” è decisamente attrattivo e appassionante. Ecco perché gli enti istituzionali dei luoghi montani stanno sposando con entusiasmo questo progetto di valorizzazione del territorio. Sarà un nuovo modo di esplorare, su sentieri dedicati, senza disturbare, osservando la natura.

Prima della partenza breve briefing sull’uso del mezzo. La moto ha due mappe impostate (ECO e SPORT) e una da settare (CUSTOM). Per abituarci partiremo con la mappa ECO, ma in sostanza il must è “apri piano che impenna” e vi assicuro che è vero!! D’altra parte pesa 130 kg… basta poco perché si alzi!

La prima parte del percorso è su asfalto per prendere confidenza con la moto, poi inizia lo sterrato. L’ansia svanisce dopo qualche curva. Sassi, buche, brecciolino, pozzanghere, salite e discese… nessun problema! La moto risponde perfettamente, l’erogazione è fantastica. La sensazione è di piena sintonia con l’ambiente. Il silenzio, interrotto solo dal sibilo lieve dell’elettrico, ti immerge nella natura.

Come preannunciato le mucche ci aspettano nei prati, guardano incuriosite ma non hanno reazioni.  Abbiamo addirittura una mandria davanti che in tutta tranquillità ci lascia strada. Qualche turista in bici ci sorride con una punta di invidia… credo farebbe volentieri a cambio.

Incredibilmente mi sto divertendo come una bambina al luna park. Un saliscendi continuo in mezzo al fango e la FX non fa una piega, non un momento di incertezza. Sempre pronta alle mie richieste. Provo la mappa SPORT e capisco il must “apri piano che impenna”… fantastica!

L’ultima parte del percorso, sull’asfalto tutto curve che è il mio ambiente, è riuscita a darmi la soddisfazione totale senza la paura dell’inizio. Non è perfettamente guidabile solo sullo sterrato, ma anche nel misto stretto.

E’ stata un’esperienza talmente divertente che tornando all’albergo mi sono chiesta se avrei voluto ricominciare da capo e si, in effetti, un altro paio d’ore in sella le avrei fatte. Il concetto di potermi immergere nella natura divertendomi con la moto senza disturbare e senza inquinare mi ha letteralmente conquistata.

Certo resta il problema batteria, dopo due ore di giro la carica è scesa al 66%, ma è sempre possibile arrivare ad un rifugio e ricaricare mentre ci si riposa o si pranza in compagnia.

Ora le caratteristiche tecniche:

Peso in ordine di marcia 131 kg
Autonomia Ciclo urbano 146 km
Coppia netta 106 Nm
Velocità massima (effettiva) 137 km/h
Categoria di patente richiesta Patente A2
Sistema Operativo Cypher II
Trasmissione Diretta senza frizione
Freni Sistema ABS Bosh generazione 9 che può essere escluso durante l’off-road
Altezza sella 881 mm
Pneumatici On/off road
Garanzia pacco batterie 5 anni / chilometraggio illimitato
Gruppo propulsore 100% elettrico
Sistema di alimentazione Pacco batterie Ioni di litio Z-Force® integrati in modo intelligente
Alimentazione Presa standard da 220 V
Prezzo di vendita consigliato € 13.480 (sono da considerare ecobonus nazionale + eventuale ecobonus regionale)

FX Zero Motorcycles

In conclusione il mio consiglio è di provare la FX di Zero Motorcycle, anche le più scettiche potrebbero cambiare idea sull’elettrico. E di farlo anche seguendo il progetto di Zero FX Nature Experience (per ora a Sestriere e Cervinia) che promuove questo nuovo stile di turismo consapevole davvero molto interessante.
Zero Motorcycle è in tour in tutta Italia per far testare le sue moto. Troverete qui le prossime date.

Potete richiedere un test ride sulla pagina www.zeromotorcycles.com oppure presentarvi alla tappa del demo tour.

Miriam De Gregorio
MissBiker© 2021