Silvia Comincioli, 28 anni, il prossimo anno affronterà il Trofeo 12 Pollici con i loghi di MissBiker. Mamma da qualche mese sta già pensando alla preparazione per le gare e abbiamo voluto fare quattro chiacchiere con lei per saperne di più.

Nome: Silvia

Cognome: Comincioli
Età: 28
Team di appartenenza: Al momento non ho ancora un team ma sono alla ricerca, ma più che un team sto cercando un gruppo di ragazze/i con cui condividere ogni giornata del campionato.

Ciao Silvia, grazie per aver accettato di essere intervistata per MissBiker.com. Come sempre iniziamo con la domanda di rito: come e quando ti sei avvicinata al mondo delle moto? 

Ho sempre avuto questa passione fin da piccola ma non ho mai avuto la possibilità di avere una moto fino all’età di 13 anni quando mi regalarono lo scooter 50cc. Era un Phantom F12 blu elettrico con il 46 davanti.
Poi chiesi sempre di avere la moto ma come tutti i genitori (soprattutto le mamme: “Non puoi comprare la moto finché sei sotto questo tetto!”). A 16 anni conobbi Luca, ora papà della mia piccola.
Lui aveva 5 anni più di me e in quegli anni la parente illimitata della moto la potevi prendere a 21 anni. Così feci dai 16 ai 23 anni da zavorrina fino a quando non andai a vivere da sola. Fu lì che mi comprai la prima Cagiva Mito 125 per vedere se mi piaceva davvero guidare e fu amore a prima vista.
Purtroppo uscire la domenica con un 125 in una compagnia con tutti 600 voleva dire fare un pieno ogni 300mt !
Allora a 24 anni ho potuto richiedere anche io la patente illimitata e scelsi una Yamaha FZ6 arancione.
Ricordo ancora quando sono andata a provarla in pista prima di avere il foglio rosa!
Da lì basta è diventata realtà e non ho più mollato la manopola del GASSSS fino ad oggi che, per ovvi motivi, io e il mio compagno abbiamo deciso di vendere entrambe le moto stradali e dedicarci completamente alla pista.
Due anni fa nel 2019 abbiamo acquistato due YCF160, ci divertiamo molto sono sicuramente un entry level ma io mi trovo benissimo e qualità prezzo sono ottime.

Raccontaci qualche aneddoto legato alle due ruote che ricordi con piacere.

Mi ricordo che una volta, dopo appena un mese dall’esame per la patente, chiesi ad un mio amico (Marco) di farmi provare nel piazzale del benzinaio delle Coste di Sant’Eusebio (BS) la sua moto CBR600RR, decisamente diversa per la guida da una naked. Lui accetta. Salgo in sella, gli giro le spalle metto due marce faccio una curva per tornare da lui e…la mia moto non c’era più. Ho pensato: “E adesso?”  Mi dicono che è partito e che mi aspetta con la mia moto dalla parte opposta delle Coste. Panico! E invece devo dire di essermi divertita tantissimo.

Il prossimo anno parteciperai al trofeo 12 pollici. Dicci di più su questo mondo, i costi che di devono affrontare e perché hai deciso di partecipare.

Esattamente parteciperó il prossimo anno 2022, i costi da affrontare sono le gomme che dicono ci vogliano circa 2-3 treni (400€ circa per delle pmttyres slick) iscrizione, tessere agonistiche e gli spostamenti eventuali per le piste.

Come ti stai preparando fisicamente alle gare? Hai degli allenamenti specifici? Quanto tempo riesci a dedicare all’allenamento durante la settimana?

Comincerò ad allenarmi ai primi di dicembre ho partorito a luglio appena finisco l’allattamento ci dedicheremo il tempo necessario a fare un buon lavoro. Non faccio un allenamento specifico poiché non sono seguita da un personal trainer (non ho la possibilità). Cerco il più possibile di fare quello di cui il mio corpo ha bisogno tra attività fisica e giornate in pista in moto per migliorare tecnica e traiettorie dei vari circuiti.
Per i tempi degli allenamenti te lo saprò dire a dicembre: con la bambina dovrò incastrare parecchie cose non sarà semplice ma sarà una super motivazione anche per lei. Sarebbe l’ideale per me fare due allenamenti a settimana e in pista almeno 2 volte al mese.

Quali pensi che saranno le più grandi difficoltà da affrontare nelle gare?

Penso sia l’organizzazione dei giorni prima, preparare tutto quello che mi servirà (e le prime gare sarà un casino ricordarsi tutto! Ahah chissà che ansia). Non sarà facile il giro secco per la qualifica e la partenza dalla griglia che non è mai stato il mio forte.

Sei una mamma e una pilota. Come vedono questa tua passione le persone a te più vicine?

Potrei rispondere con una parola sola a questa domanda e dire: PAZZA! Ovviamente tutti pensano sia una cosa impossibile ma io ci credo e farò di tutto per renderla possibile e per insegnare a mia figlia che non bisogna mai smettere di rincorrere i propri sogni! LO FACCIO PER LEI.

Il ruolo di genitore è molto legato alla protezione dei propri figli. Se un domani tua figlia desiderasse correre come la prenderesti?

Se a mia figlia piacesse questo sport non potrei mai negarglielo, sarebbe contro la mia idea di inseguire i propri sogni. Ovviamente è rischioso ma come tutte le cose bisogna farle con cognizione e buon senso. Se non ci si appassiona a qualcosa al giorno d’oggi si finisce davanti a uno schermo tutto il giorno. Sicuramente se vorrà farlo anche lei dovremo fare un mutuo per mantenere tutte le cose che ci piace fare.
Siamo una famiglia piuttosto sportiva e ci piace fare snowboard, mountain-bike, camminate in montagna e sicuramente portare anche lei ad arrampicare nei parchi avventura. Direi che qualche costo l’abbiamo davanti!!! 

Che consigli ti senti di dare a tutte le motocicliste che vorrebbero affrontare un trofeo 12 pollici?

Se sentono la necessità di farlo ben venga! Io sono pro questo sport e più siamo, più corriamo in sicurezza con una griglia solo per noi Lady. Al momento nel 12 pollici siamo in griglia con i maschi S3UNDER e poi abbiamo semplicemente la classifica a parte.

Il prossimo anno correrai con il logo di MissBiker e saremo felici di seguirti. Come ti possono seguire anche le ragazze della community?

Prima di tutto volevo ringraziarvi per questa possibilità! Mi potete seguire sul mio profilo Instagram silvia.comincioli e GASSSS!!! 

MissBiker© 2021