Possiamo dire che la stagione in moto 2022 è ufficialmente iniziata per la maggior parte dei motociclisti. Finalmente è arrivata l’ora di dare una bella spolverata alla nostra due ruote, accendere il motore ed iniziare ad accumulare chilometri, dando il via al più bel senso di libertà. 

Che poi la moto non è solo libertà, ma come ben sappiamo è anche passione. Una passione dalle mille sfaccettature. Per alcuni è qualcosa di essenziale, c’è chi dice che la moto ha addirittura “un’anima” e per altri ancora è semplicemente un mezzo di trasporto a due ruote. E come ogni mezzo di trasporto, non bisogna dimenticare che la moto richiede manutenzione costante e controlli di routine. 

Vi siete mai chiesti se state ingrassando la catena nel modo giusto, oppure ogni quanto andrebbe ingrassata? È meglio il grasso oppure il lubrificante? Ed in generale sapete più o meno come è fatta una moto, e che aspetti hanno alcuni suoi componenti? Potrebbe non interessare, tanto ci pensa il meccanico, certo! Ma non vi incuriosisce almeno sapere in cosa consiste un tagliando? Sono tutte domande, alle quali abbiamo sicuramente spesso sentito risposte ed opinioni diverse. Per evitare errori e toglierci ogni dubbio, ci siamo rivolti a chi è del mestiere ed a chi di meccanica se ne intende. Grazie alla partnership con Giglioli Motori, abbiamo potuto partecipare al corso di manutenzione moto dedicato alle motocicliste

GIGLIOLI MOTORI il primo ORANGE POINT di Milano.

È una splendida giornata, siamo solo a maggio eppure sembra già estate. Il cielo è azzurro ed il sole emana calore, lo stesso calore che si percepisce entrando nella concessionaria Giglioli Motori, showroom dedicato al marchio KTM a Rozzano. Ci accolgono il titolare Giglioli Claudio e sua figlia Giada invitandoci ad entrare.

L’ingresso nello shop è davvero d’impatto: sono esposte tante moto del marchio, circondate da un’ampia scelta di abbigliamento ed accessori firmati KTM. Possiamo osservare e toccare borse di ogni tipo e dimensione, ci sono scarpe, guanti, idee regalo e pezzi di ricambio.
Ovunque domina il colore arancione, ed il logo “READY TO RACE” riportato sulle pareti mette una carica pazzesca addosso, fomentando la voglia di fare acquisti e di mettersi in moto. È infatti concesso salire sui diversi modelli disponibili e provare la posizione in sella. Per gli appassionati KTM e non solo, Giglioli Motori è un concessionario ben fornito con uno staff a vostra disposizione. 

Nel mentre che qualcuno sta già pensando ad un eventuale acquisto o cambio moto, veniamo accompagnate nell’officina dove si effettuano tagliandi e/o manutenzione ordinaria, preparazione della motocicletta per competizioni off road e personalizzazioni. Ci accolgono con un grande sorriso i due meccanici Davide e Simone, ed ho la sensazione che così tante donne presenti in officina sono d’impatto per loro.

Siamo circa una ventina e siamo tutte entusiaste e molto curiose. Diversi pezzi meccanici usurati e nuovi sono stati preparati per presentarli e metterli a confronto. Vediamo ad esempio un filtro d’aria usurato e ci fanno notare la differenza tra il filtro di una moto usata principalmente in città con gli evidenti segni dello smog, e quello di una moto usata invece in off-road e quindi sporco dalla polvere e terra. Ci sono anche delle vecchie candele, delle pastiglie dei freni totalmente consumate e le confrontiamo con quelle nuove appena montate su una KTM 1290 Super Adventure.
Ci insegnano così come riconoscere già ad occhio nudo se una pastiglia montata è nuova oppure consumata, mostrandoci anche dov’è l’olio dei freni che ne fa riferimento. In generale ci vengono mostrate le varie componenti di una moto e viene spiegato in cosa consiste un tagliando e che tipo di controlli si effettuano, come ad esempio:

  • cambio olio motore
  • installazione filtri aria
  • sostituzione candele
  • controllo liquido di raffreddamento
  • controllo olio dei freni e della frizione
  • controllo pastiglie e dischi dei freni 
  • controllo catena, corona e pignone 

In riferimento alla catena ci spiegano come capire se si è allentata ed in caso come registrarla, e ci mostrano e consigliano come andrebbe pulita ed ingrassata. E qui scopriamo che il 95% di noi (e probabilmente anche di voi altri) non ingrassa la catena in senso antiorario, quindi nel senso di rotazione della ruota in movimento, il che facilita e distribuisce meglio il grasso (o lubrificante). Osserviamo da vicino una catena smontata, una corona quando è usurata, e chiedo di mostrarmi anche un pignone. Perché io dal vivo non lo avevo ancora mai visto, ed oltre al mio personale interesse, si sa: la curiosità è donna!

Un altro tema che potrebbe sembrare banale, ma non di poca importanza è stato il lavaggio della moto (https://www.missbiker.com/tutorial-lavare-la-moto/).
Abbiamo ricevuto consigli sulla procedura, chiarendo alcuni dubbi sul lavaggio a caldo oppure a freddo e sui prodotti da (non) usare. Per ultima cosa, dopo qualche battuta e risata sui vari errori che commettiamo, ci concentriamo su una parte fondamentale della moto:
gli pneumatici.
I meccanici ci hanno mostrato come riconoscerne l’usura. Abbiamo parlato della giusta pressione (
https://www.missbiker.com/6-cose-da-sapere-sulla-pressione-dei-pneumatici/), ed in fine concluso con la parte che io tanto ho atteso: riparare un eventuale foratura.
Finalmente ho avuto la possibilità di utilizzare un
kit di riparazione (che dovremmo sempre avere con noi durante un viaggio o un’uscita in moto) ed ho realizzato quanto sia semplice e contemporaneamente difficile farlo. Come nella guida della moto, sarà questione di pratica anche la riparazione di una gomma, ma ci ho davvero dovuto mettere forza ed impegno. Ci hanno poi anche raccontato la differenza con una foratura pneumatico a camera d’aria, dove è necessario smontare la ruota, e lì siamo state quasi tutte d’accordo che faremmo prima a chiamare soccorso.

Viaggiare sempre con traquillità e sicurezza.

Durante il corso di meccanica abbiamo capito che non bisogna ignorare o perdere il libretto di manutenzione, in quanto tutte le informazioni necessarie sono riportate al suo interno. Per i tagliandi o grosse riparazioni è sempre consigliato rivolgersi ad un meccanico in concessionaria che grazie alle nuove tecnologie e strumentazioni possono collegare la moto ad un dispositivo, visualizzando così l’effettivo chilometraggio, ed effettuando il check del corretto funzionamento dei sistemi elettronici e della batteria. Il “fai da te” su alcune cose, ne abbiamo visto le prove, è da evitare. 

Vogliamo inoltre ricordare che il regolare controllo e la giusta manutenzione della moto, è fondamentale per la propria sicurezza e per quella degli altri utenti della strada. 

Christina Chiofalo
ph. Christina Chiofalo
Copyright MissBiker 2022