Da motociclista, ahimè di lunga data, ricordo che anni fa non si pensava nemmeno alle termocoperte perché la credenza comune e mia, era che esse fossero prerogativa solo del motociclismo sportivo.
La vecchia Classe 500 del Mondiale, per intenderci.
Poi, con la frequentazione dei circuiti, l’abitudine al loro utilizzo è divenuta normale perché era normale in quei luoghi : “Beh, insomma, siamo in pista e qui si deve….”
Ma la sensazione di grip che lo pneumatico a temperatura esprime fin dai primi metri e che mi da la stessa percezione di sicurezza che provo indossando la tuta e non più i vecchi jeans e giubbino, mi ha portata in un’ulteriore dimensione di motociclista evoluta.
Soprattutto per la sicurezza.

Quindi, la ricerca del feeling migliore è passata attraverso l’utilizzo di più tipi di termocoperte fino ad arrivare alle attuali che per praticità di utilizzo, caratteristiche tecniche, materiali, corretti tempi di riscaldamento e precisione nella lettura, sono diventate indispensabili anche nel normale utilizzo della moto in strada.
Le mie Termorace Tech infatti, pur essendo concepite per i Team, soddisfano appieno le mie aspettative non solo in pista ma anche uscendo dal garage di casa.
Basta solo accenderle, fare colazione e vestirsi e poi via in sicurezza con le gomme già in temperatura.

Ricordate che ogni pneumatico ha la sua temperatura ottimale: la competenza paga sempre!

Sulle caratteristiche delle Termorace, si spendono parole di lode in ogni blog di motociclisti; per il dispositivo di riscaldamento a più temperature, per i materiali ignifughi, per il sistema di riscaldamento del cerchio ecc. ecc. che mi pare addirittura superfluo ribadirne le caratteristiche in questa sede.
Piuttosto, mi sento di invitare tutte le amiche motocicliste all’utilizzo delle termocoperte non solo con la moto da pista ma anche con la moto “domestica”.
Un’impostazione mentale professionale ed un approccio consapevole anche alla nostra gita domenicale, spesso ci salva dai graffi di una spiacevole scivolata.
Un grazie a Miss Biker Italia per avermi concesso l’opportunità di arrivare a quanto di meglio desideravo con le sue Termorace personalizzate.

Barbara Andriolo
MissBiker© 2021
ph credits Barbara Andriolo

Scopri di più sulle termocoperte: l’esperto risponde alle domande più frequenti in questo articolo

Caratteristiche tecniche Termorace Tech

  • Termocoperta realizzata con resistenza riscaldante in fibre di carbonio ricoperte da uno strato di silicone termo-conduttivo per garantire maggiore robustezza, disposta in modo trasversale per scaldare in maniera ottimale anche i lati del battistrada.
    Sistema creato ad hoc per ogni variante di misura e di temperatura.
  • Pannello di riscaldamento performante
  • Centralina integrata con la quale si può impostare una qualsiasi temperatura da 45° a 120° e con varie funzionalità
  • Il sensore ad elevata precisione stabilizza la temperatura dello pneumatico
  • Diffusore termico interno che distribuisce in modo omogeneo il calore su tutto il battistrada
  • Realizzata con materiali interni ignifughi
  • Elevata coibentazione per non disperdere calore e aumentare l’efficienza
  • Tessuto esterno anti-taglio e idrorepellente trattato per resistere a oli e benzine
  • Materiale a contatto con lo pneumatico: tessuto ignifugo e ad alta resistenza di colore nero
  • Ampie minigonne laterali per un riscaldamento rapido anche del cerchio applicate con elastico per facilitare il montaggio
  • Logo ricamata (o stampato nel modello MissBiker)
  • Disponibile in diversi colori
  • Ampia gamma taglie 
  • Prodotto Made in Italy
  • Conforme alla normativa CE

Sei sei iscritta a MissBiker puoi avere uno sconto del 35% sulle tue termocoperte Termorace: codice sconto MISSBIKER35