Gli Orange Days sono sempre una splendida occasione per toccare con mano e provare su strada i nuovi modelli KTM. Giorgia ci racconta la sua prima volta in sella alla Duke 790, naked tanto apprezzata anche dal pubblico femminile. 

Ecco la moto che mancava a Ktm nel segmento delle 800, leggera, agile e ruggente: the scalpel.

Lei è la nuova KTM Duke 790! A prima vista non sembra assolutamente una 800: è compatta e snella, molto scavata ai lati. Con soli 169 kg di peso è facile da manovrare, sia da terra sia in sella, anche per biker “tascabili” come me (sono alta circa 1,60 per 50kg).

L’altezza della sella invece misura 825 mm ma è stretta e si riesce a toccare con le punte dei piedi. Per esigenze di ulteriore abbassamento è disponibile come optional un kit che la porta a 805 mm. 

LA PROVA SU STRADA

Una volta salite in sella si nota subito il manubrio alto, regolabile in 12 combinazioni differenti per fornire il massimo comfort a chiunque voglia guidarla. Girando la chiave si accende il display TFT a colori, intuitivo e facile da leggere con una sola occhiata. Semplice lo è anche il menù, dal quale si accede con dei tasti accanto alla manopola sinistra: si possono impostare i molti controlli elettronici come il traction control, l’ABS, il quick shifter, il launch control, la gestione del freno motore, la modalità supermoto e le quattro mappature disponibili (sport, street, rain e la track personalizzabile).

Finalmente accendo la Duke 790 e parto per la prova. Il suono è potente e mi ricorda quello di un super motard con il soddisfacente ruggito quando si rilascia il gas. La posizione in sella con le pedane basse offre una guida comoda sia per le gambe che per la schiena evitando di risultare troppo piegati in avanti.
La guida è confortevole e l’erogazione del gas molto fluida nonostante la ripresa del bicilindrico. In generale si avverte subito un ottimo feeling con la moto: nessuna vibrazione fastidiosa, dettaglio non affatto scontato e che permette di non stancarsi presto.

Sul lungo chilometraggio si nota che la sella originale è un po’ rigida ma sempre come optional si può acquistare una sella imbottita in mesh 3d.

La KTM 790 DUKE è tremendamente precisa. L’agilità che ti aspetteresti da un monocilindrico, combinata con la spinta poderosa di un bicilindrico. È in grado di pennellare le curve con straordinaria precisione, grazie al nuovissimo motore bicilindrico parallelo LC8c da 799 cm³ inserito in uno dei telai più leggeri e compatti in circolazione. La KTM 790 DUKE sa essere veloce dove conta: nelle curve. Scivola dinamicamente da una curva all’altra, portandoti nel vivo dell’azione e non nelle retrovie.

Su una strada di montagna con tornanti, rettilinei e misto stretto, ho subito apprezzato la potenza del motore da 105 CV e l’agilità sia nei cambi di direzioni veloci che lenti. Mi ha stupita il cambio elettronico bidirezionale morbido e preciso nella variazione di marcia anche a bassi regimi.
La KTM Duke 790 è una naked e come tale ad alte velocità l’aria aggredisce un po’ il guidatore. Il look è straordinario così ma in ogni caso sono disponibili cupolini aggiuntivi KTM Power Parts come optional.

Esteticamente presenta le linee aggressive e appuntite tipiche della casa austriaca, con il caratteristico faro anteriore full led, che sicuramente si fa notare e non lascia indifferenti.

Nel complesso è una splendida moto, potente e intuitiva con controlli elettronici d’avanguardia e molte regolazioni che permettono di avere un mezzo
personalizzabile e versatile grazie anche ad un’ampia gamma di accessori KTM Power Parts. 

Disponibile in due colorazioni: nero e il riconosciutissimo arancione.
Prezzo di listino: € 9.899
Maggiori informazioni: KTM

Giorgia Miori
per MissBiker.com
Foto Credits: Giada Pallanch
Si ringrazia per la disponibilità il concessionario Niko Moto Trento