Olio e aria. Un connubio facile ed essenziale che rappresenta appieno l’anima dello Scrambler 1100. Parliamo ovviamente del raffreddamento di questo desmo 1079 cc, ma non solo. C’è qualcosa di romantico, quasi nostalgico, in questa moto ispirata a quei meravigliosi anni 70. Di certo riesce a suscitare ricordi in generazioni che quell’epoca non l’hanno mai vissuta.

Lo Scrambler 1100 Special si ispira al mondo delle moto customizzate, progetti individuali ed unici di costruttori privati che battono la lamiera e formano i propri sogni in metallo e cuoio.

La versione Special si distingue per le ruote a raggi neri, gli scarichi cromati e i parafanghi, anteriore e posteriore, in alluminio. Anche il colore “Custom Grey” è unico e dedicato a questa versione. La forcella con steli color oro e il forcellone spazzolato completano il suo look.

Più grande (di motore), più corposa (di stile), più affinata tecnologicamente e dal punto di vista della ciclistica.

L’ergonomia di questa moto non è cambiata molto rispetto alle versioni precedenti, anche se questa presenta un manubrio basso a sezione variabile. L’altezza della sella (810 mm), che è rivestita da un materiale dedicato color marrone, è ideale anche per le persone di statura meno importante. La seduta è comoda, più della prima generazione della Icon, e l’insieme dell’impostazione ergonomica riesce ad evocare, ancora una volta, il carattere spensierato e divertente della famiglia Scrambler.

Scrambler 1100

Il motore

Più piacevole da guidare. Un motore 1079 cc con 86 cavalli che riesce ad erogare la potenza in modo morbido e vellutato. Il controllo avviene attraverso l’acceleratore full ride by wire ben calibrato. Una nota di pregio anche per il cambio con una corsa corta e precisa della pedivella che facilita l’innesto delle marce, soprattutto per chi ha un piede piccolo.

La frizione con comando idraulico rende l’operazione più facile e il cambio delle marce più piacevole nel traffico. È presente anche una funzione di antisaltellamento per le scalate più aggressive.

Su questa moto anche il motore diventa un elemento di stile con i copri cinghia lavorati a macchina e il disegno particolare degli scarichi cromati sulla versione Special.

Scrambler 1100
Scrambler 1100
Scrambler 1100

Strumentazione

Il cruscotto dello Scrambler 1100 è costituita da due elementi. Quello principale con un design circolare e una buona visibilità ha la scala dell’indicatore dei giri motore ispirata al tachimetro della moto degli anni ’70. Nell’elemento circolare vengono visualizzati anche il livello del carburante, il riding mode inserito e il livello di Traction Control selezionato. Inoltre vengono visualizzati il Trip 1, Trip 2, l’autonomia residua e la temperatura esterna, l’accensione delle manopole riscaldabili, disponibili come accessorio. Il secondo elemento di forma ovale visualizza invece la velocità, l’apertura del cavalletto e parte delle informazioni del Ducati Multimedia System, disponibile come accessorio montando il modulo Bluetooth.

Scrambler 1100

Comandi

Lo Scrambler 1100 è dotato di nuovi blocchetti elettrici che permettono di scegliere i Riding Mode e modificarli, anche durante la marcia, in modo intuitivo. Il comando del gas è del tipo Ride By Wire mentre le pompe freno e frizione idrauliche rendono l’aspetto del manubrio moderno, pulito ed essenziale. Le leve di freno e frizione sono regolabili. Le piastre delle pedane, in pressofusione di alluminio verniciate in nero (di colore grigio per la versione Scrambler 1100 Special), supportano i comandi del cambio e del freno posteriore realizzati in alluminio forgiato.

La ciclistica

Il telaio dedicato sviluppato per questa moto ci propone una doppia trave in acciaio con un telaietto posteriore in alluminio, sostenuti da forcelle ed un mono ammortizzatore completamente regolabili. La frenata è potente e precisa, assicurata da 2 dischi da 320mm semiflottanti e due pinze Brembo radiali monoblocco. Il freno dietro invece presenta un disco solo da 245mm con una pinza flottante ad un pistoncino.

Scrambler 1100

Sicurezza ed Elettronica

Lo Scrambler 1100 presenta tre riding mode utili: City, Active e Journey. Il primo, come è facile indovinare, vede la potenza ridotta ed una moto più calma e sicura da usare nel traffico o sulla strada bagnata.

Nella modalità Active la Scrambler prende vita e, come un cane sul guinzaglio, ti fissa e tira avanti verso l’avventura.

Nella terza modalità, Journey, la più adatta per fare Touring e la mia preferita, la moto ha un atteggiamento da vero gentleman, pulita ed educata ma capace di scatenare la piena potenza del motore quando serve.

Oltre alla presenza del controllo di trazione, che varia anche in funzione del riding mode inserito, sulla Scrambler 1100 troviamo il sistema ABS cornering di Bosch. Una grande aggiunta di sicurezza in più che riesce a rilevare e contrastare la perdita di aderenza anche a moto inclinata sia davanti che dietro.

Fattore divertimento

La cosa più importante per ogni moto di questo genere è il fattore divertimento. La Ducati ha ricercato e trovato quel valore intangibile che aumenta la quantità di sorrisi per km ed è riuscita a replicare l’effetto attraverso tutta la gamma Scrambler. Forse è l’ergonomia e la posizione in sella, la facilità nel gestire la moto, il carattere del motore o il cerchio da 18” davanti. Forse è il design particolare o qualcos’altro ancora, ma è sicuro che questo è un caso di una moto dove l’insieme vale molto di più delle sue singole parti. E questo, più di qualsiasi altra metrica, è il valore più importante di ogni moto stradale.

Scrambler 1100

Ci piace: lo stile, il carattere adulto e raffinato, il motore.

Ci piace meno: che la prova sia finita dopo una sola settimana.

Verdetto finale
È una Scrambler +, per chi vuole una Scrambler che fa tutto un po’ meglio, con più presenza e più stile. Più che aver provato e testato questa moto posso parlare di averla vissuta, perché una moto così può essere intesa come lente attraverso la quale si vive e si scoprono nuove avventure.

Bella Litinetski
Copyright MissBiker 2018
Foto Credits: Idan Greenberg e Bella Litinetski

MOTORE

TIPO
Bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 2 valvole per cilindro, raffreddamento ad aria
CILINDRATA
1.079 cm³
ALESAGGIO PER CORSA
98 x 71 mm
COMPRESSIONE
11:1
POTENZA*
86 CV (63 kW) a 7.500 giri/minuto
COPPIA*
9,0 kgm (88 Nm) a 4.750 giri/minuto
ALIMENTAZIONE
Iniezione elettronica, corpo farfallato diametro 55 mm con sistema full Ride by Wire (RbW)
SCARICO
Impianto 2-1-2 con catalizzatore e 2 sonde lambda, doppio silenziatore in acciaio inossidabile con cover e fondelli in alluminio

TRASMISSIONE
CAMBIO
6 marce
RAPPORTI
1=37/15 2=30/17 3=28/20 4=26/22 5=24/23 6=23/24
TRASMISSIONE PRIMARIA
Ingranaggi a denti dritti; rapporto 1,85:1
TRASMISSIONE SECONDARIA
Catena; pignone 15; corona 39
FRIZIONE
Multidisco in bagno d’olio con comando idraulico, sistema di asservimento e antisaltellamento

VEICOLO
SOSPENSIONE ANTERIORE
Forcella Marzocchi a steli rovesciati da 45
RUOTA ANTERIORE
Cerchio a raggi in alluminio, 3,50″ x 18″
SOSPENSIONE POSTERIORE
Progressiva con monoammortizzatore Kayaba regolabile. Forcellone monobraccio in alluminio
RUOTA POSTERIORE
Cerchio a raggi in alluminio, 5,50″ x 17″
FRENO ANTERIORE
2 dischi semiflottanti da 320 mm, pinze Brembo monoblocco M4.32 ad attacco radiale a 4 pistoncini, pompa assiale con Cornering ABS Bosch di serie
FRENO POSTERIORE
Disco da 245 mm, pinza flottante a 1 pistone con Cornering ABS Bosch di serie
STRUMENTAZIONE
LCD

DIMENSIONI E PESI
INTERASSE
1.514 mm
INCLINAZIONE CANNOTTO
24,5°
AVANCORSA
111 mm
ANGOLO DI STERZO
34°
CAPACITÀ SERBATOIO CARBURANTE
15 l
PESO A SECCO
194 kg
PESO IN ORDINE DI MARCIA*
211 kg
ALTEZZA SELLA
810 mm
ALTEZZA MAX
1.290 mm
LARGHEZZA MAX
920 mm
LUNGHEZZA MAX
2.190 mm

Rinasce una delle più grandi icone degli anni ’60 / ‘70. Una moto che incarnava appieno lo spirito di libertà di quei tempi: lo Scrambler. E che oggi diventa più grande. Ma non è solo la cilindrata a crescere: ancora più tecnologia, più materiali di pregio, più potenza. Tutto firmato Ducati. E lo Scrambler ruggisce come mai prima d’ora.

SITO WEB:
https://1100.scramblerducati.com/it/