Forse non sono il tipico motociclista perché adoro guidare sotto la pioggia. Trovo che accresca tutti i miei sensi e possa trasformare un giro normale in un’esperienza coivolgente. Forse il mio amore per la pioggia è dovuto al fatto che, la prima volta che sono uscito in moto, ha piovuto – ed ero preparato (ero anche terrorizzato ma stavo guidando solo da qualche giorno). Ciononostante, molti nuovi (ma anche esperti) motociclisti non prenderanno nemmeno in considerazione l’idea di andare in moto in una giornata di pioggia e questo è davvero limitante. Se desideri migliorare la tua guida sul bagnato, leggi alcuni suggerimenti su come guidare con successo anche quando il meteo pare sfavorevole.

1- Indossa il corretto equipaggiamento

È difficile divertirsi quando sei fradicio fino all’osso. Inoltre, una volta che sei tutto bagnato è molto probabile che ti possa ammalare in breve tempo. Andare in ipotermia su una moto non è uno scherzo. La capacità di concentrarti ed eseguire manovre, come il funzionamento della moto stessa, diminuisce. Pensa solo alla comodità di guidare con le mani calde e reattive. Come minimo è necessaria una tuta antipioggia in caso di condizioni meteorologiche avverse. Non serve che sia costosa, ma robusta, impermeabile e preferibilmente di colori accesi. La mia prima tuta antipioggia è costata solo € 30 ed era semplicemente una tuta intera di un arancione brillante con rivestimento in PVC acquistata in un negozio di forniture industriali. Mi è durata circa una stagione. Ho anche usato un paio di galosce (protezioni in gomma da indossare sopra le calzature) a strappo per mantenere asciutte le scarpe: costo circa € 10. Per i guanti ho usato quelli da cucina e li ho indossati sopra i miei guanti estivi. Certo, tutto ciò non era niente di speciale, ma mi ha fatto trascorrere tranquillamente il mio primo anno di guida con il budget limitato che avevo in quel momento.
Se si guida in un zone di frequenti piogge è consigliabile investire in alcune attrezzature più costose, meglio se dotate di dispositivi di ventilazione e di sicurezza come strisce riflettenti. Non ho mai capito perché così tanti motociclisti insistono nell’indossare tute antipioggia nere: ti rendono solo più difficile da vedere in situazioni in cui la visibilità è già ridotta. Quando si tratta di attrezzatura e accessori anti pioggia, acquista il miglior equipaggiamento che ti puoi permettere e ti durerà molti anni.

2 – Utilizza una guida fluida

Sì, la trazione è limitata più sul bagnato che sull’asciutto ma l’aderenza sul bagnato dei pneumatici ha fatto passi da gigante negli ultimi due decenni. Tuttavia dovresti evitare di essere troppo aggressivo con i comandi a meno che tu non voglia cadere rovinosamente. Fluidità è la parola chiave. Per darti il ​​tempo di essere fluido con i controlli, ti consigliamo di aumentare la distanza di sicurezza e di ridurre la velocità. Sebbene l’ABS abbia aumentato la sicurezza della frenata sul bagnato, ti fermerai più velocemente se impari a gestire la pressione sulla leva del freno. Una maggiore distanza di sicurezza ti darà un po’ più di tempo per capire la forza con cui pinzare e di sentire il peso della moto. Utilizzando bruscamente i freni in caso di pioggia, è probabile che la moto si blocchi immediatamente o subentri l’ABS, in entrambi i casi nessuna è una tecnica di frenata ottimale. La fluidità è anche la chiave per le curve sul bagnato. Piegare meno la moto nella curva. Non toccare il freno. Scegliere linee più arcuate invece di quelle con svolte nette (se possibile).

3- Fai attenzione al manto stradale

La pavimentazione può variare molto quando si percorre una strada. In caso di pioggia dovresti fare del tuo meglio per evitare strisce di vernice e catrame: se devi superarli, cerca di stare il più dritto possibile. Lo stesso vale per i materiali metallici: evita i tombini, le piastre di metallo che coprono cantieri e i binari della ferrovia e dei tram: possono essere scivolosi come il ghiaccio se provi a svoltare o fermartici sopra. Se devi assolutamente oltrepassarli, stai in piedi sulla moto evitando sterzo, accelerazione o frenata. Agli incroci dovresti anche fare del tuo meglio per evitare il centro della corsia e cercare di seguire le tracce dei pneumatici delle auto. Qualsiasi posto in cui le auto si fermano può accumulare macchie di olio al centro della corsia mentre le tracce del pneumatico tendono ad essere più pulite. Fai molta attenzione quando attraversi le pozzanghere. A meno che non si riesca a seguire le tracce di un’auto davanti a sé, non si sa mai cosa si nasconde sotto la superficie apparentemente liscia di una pozzanghera. Potrebbe esserci un’enorme buca. Una volta smesso di piovere, cerca le linee asciutte sulla strada.

4- Cura la manutenzione della tua moto

La corretta manutenzione della moto è importante in ogni situazione di guida ma svolge un ruolo sorprendentemente importante nella guida in caso di pioggia. Tieni d’occhio i battistrada dei tuoi pneumatici: i TWI (Tread Wear Indicators, Indicatori di Usura del Battistrada) sono strumenti importantissimi per giudicare il livello di profondità del battistrada. Si tratta di piccole barre rialzate nelle scanalature longitudinali principali che, se arrivano al livello del resto del battistrada, indicano che è stato raggiunto il limite minimo. In questo caso, oltre a essere pericoloso (non solo in caso di pioggia), può comportare sanzioni o una decurtazione dei punti dalla patente. Lo stesso vale per il mantenimento della corretta pressione dell’aria nei pneumatici. I produttori progettano il battistrada del pneumatico per operare con una particolare forma di contatto. Se le tue gomme sono troppo gonfie o troppo gonfie, avrai meno trazione perché gli intagli non possono incanalare l’acqua in modo efficace. Che ci crediate o no, una catena regolata in modo errato può anche influire sul grip della ruota posteriore. Un eccessivo allentamento della catena può improvvisamente trasferire energia alla ruota posteriore causando uno sbalzo improvviso.

5- Aumenta la tua capacità visiva

Durante la pioggia la tua vista è compromessa da molti fattori, quindi qualsiasi cosa tu possa fare per mantenerla limpida è importante. In primo luogo, non indossare una visiera colorata: è già più buio sotto la pioggia, perché ridurre ulteriormente la quantità di luce? L’accumulo di gocce d’acqua all’esterno della visiera è uno dei maggiori ostacoli per la visibilità. Ironia della sorte, è peggio in  caso di pioggia leggera che con una pioggia più forte. La ragione è che le gocce più piccole possono accumularsi con più densità sulla visiera. A velocità basse, in città, il rimedio migliore è quello di pulire la visiera con il guanto. Alcuni guanti impermeabili sono dotati anche di una spazzola tergicristallo incorporata in un dito. A velocità stradale, girando leggermente la testa a sinistra e a destra, il flusso d’aria spinge le gocce fuori dalla visiera. Se vivi in ​​un ambiente in cui piove frequentemente, tratta la tua visiera con un fluido idrofobico, questo può aiutare a far scivolare via l’acqua in eccesso. Se seguirai questi suggerimenti, scoprirai che andare in moto sotto la pioggia potrebbe essere molto più piacevole.

Articolo di Evans Brasfield
Copyright Motorcycle.com
Traduzione di MissBiker.com

6 cose da sapere sulla pressione dei pneumatici

La giusta pressione dei pneumatici è indispensabile per una guida più performante e sicura. In caso di perdita di aderenza, consumo eccessivo di carburante, guida faticosa, prova a misurare la pressione prima di portare la moto dal tuo meccanico di fiducia, 1. Le 5...

Tutorial: come affrontare le curve cieche in moto

Guidare una moto su strada è sempre qualcosa di emozionante. Anche dopo anni di esperienza e dopo aver acquisito abilità nel controllo del proprio mezzo, troverai una serie di ostacoli e sfide davvero infinite a causa delle situazioni in continua...

Dispositivi elettronici delle moto: quali sono e a cosa servono

Negli ultimi anni la tecnologia ha letteralmente invaso il mondo del motociclismo. L'elettronica nelle moto può piacere oppure no ma è indubbio che possa darci una bella mano in caso di pericolo. ABS, ABS Cornering, controllo di trazione, piattaforma inerziale sono...

Viaggiare in moto: come si organizza e cosa portare

Hai voglia di partire e vuoi pianificare al meglio il tuo prossimo viaggio in moto? Ci sono molte cose da tenere in considerazione come ad esempio il tempo necessario per un’organizzazione impeccabile. Dovrai selezionare con cura cosa portare, come allestire e...

Consigli utili: pulire la giacca o la tuta in pelle da moto

La tuta di pelle, in moto, diventa una seconda pelle per i motociclisti, quindi bisogna averne molta cura, da lei dipende la nostra sicurezza. Abbiamo chiesto a Barbara di Unipel Atelier (vedi la convenzione con MissBiker qui) qualche consiglio su come pulire in modo...

Guida alla scelta della tuta moto da donna in pelle

Che sia per il tuo compleanno, Natale o una gionata da festeggiare potresti decidere di regalarti una tuta in pelle. Per non sbagliare acquisto ti consiglio di leggere questo articolo che ti potrà essere molto utile. Scegliere una tuta in pelle potrebbe sembrare una...

Scadenza omologazione caschi? Tutto quello che devi sapere

Il 1° gennaio 2021 è entrata in vigore la nuova normativa sull'omologazione dei caschi ECE 22-06. Il nuovo standard per la sicurezza amenta i requisiti richiesti per la precedente ECE 22-05 che ormai ha quasi 20 anni. Vediamo di cosa si tratta. ECE 22-06 come cambiano...

Tutorial: Come evitare l’angolo cieco di visibilità

Il punto cieco di un veicolo (o angolo cieco) è una zona molto pericolosa e non visibile nonostante l'utilizzo dello specchietto retrovisore. È l'area che occupa in un determinato momento un veicolo che ci sta superando a sinistra. Questo costituisce un grave pericolo...

Come spostare e parcheggiare la moto: guida passo passo

Spostare una moto da ferma non è sempre così semplice, in particolar modo per chi non tocca bene o ha un fisico minuto. Le maggiori difficoltà si incontrano quando la si deve spostare, magari nel box o in garage, oppure quando la si deve parcheggiare e si deve fare...

Relive: la guida all’app perfetta per i vostri viaggi in moto

Quante di voi si sono trovate a fare una strada bella per poi non ricordarsi più come ci si arrivasse (eccomi qua presente)? E quante volte avreste voluto incorniciare come si deve un viaggio in moto memorabile, per tenerlo come ricordo e perché no, per condividerlo...