Negli ultimi anni le nuove norme di circolazione stradale nei vari paesi europei sono cambiate e per questo dobbiamo fare particolare attenzione se vogliamo viaggiare oltre i confini italiani.
Vediamo uno dei paesi più amati da noi motociclisti: la FRANCIA.

9.5.2021
FRANCIA: COVID-19. Aggiornamento: 
In Francia su tutto il territorio nazionale resta in vigore un coprifuoco che, dal giorno 19 maggio 2021 compreso, ha questo orario: dalle 21.00 alle 6.00.
A partire dal 19 maggio 2021 il programma di deconfinamento è entrato nella seconda tappa. Il programma prosegue come segue:
A partire dal 19 maggio 2021 il coprifuoco è spostato alle ore 21:00. Riaprono gli esercizi commerciali detti “non essenziali”, i luoghi culturali (cinema, teatri, musei) e gli spazi esterni di bar e ristoranti.
Terza tappa. A partire dal 9 giugno 2021 il coprifuoco sarà spostato alle ore 23:00. Riapriranno le sale interne di bar e ristoranti. Riapriranno le palestre.
Quarta tappa. A partire dal 30 giugno 2021 non sarà più in vigore il coprifuoco.
Le misure nazionali enunciate potranno subire modifiche a livello locale, qualora il virus dovesse tornare a circolare in maniera particolarmente attiva. Permangono forti limitazioni agli ingressi dall’estero.
Arrivi dai Paesi dello Spazio Europeo  (compresa l’Italia) e da Australia, Israele, Giappone, Nuova Zelanda, Singapore, Corea del Sud e Regno Unito con qualsiasi mezzo (aereo, treno, auto, moto, nave, bus, ecc):
  • obbligo di esibizione di un TEST MOLECOLARE DI TIPO PCR REAL TIME (PCR-RT) DA EFFETTUARE NELLE 72 ORE PRECEDENTI LA PARTENZA PER LA FRANCIA. Il test antigenico non è accettato, né è accettato test PCR differente da PCR-RT. L’obbligo riguarda i viaggiatori, maggiori di 11 anni. Sono esentanti dal presentare il tampone: i lavoratori frontalieri, i trasportatori e i residenti nei territori confinanti entro 30 km dal proprio domicilio, sempre che lo spostamento sia di durata inferiore alle 24 ore. I test PCR-RT non sono richiesti in caso di transito aeroportuale a condizione che non si lasci l’aeroporto e che il transito non sia superiore a 24 ore. Il test è obbligatorio anche per coloro che hanno già avuto il vaccino.

Arrivi da Sudafrica, Argentina, Bahreïn, Bangladesh, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Emirati Arabi Uniti India, Nepal, Pakistan, Qatar, Sri Lanka, Turchia e Uruguay: 

  • obbligo di esibizione di un TEST MOLECOLARE DI TIPO PCR REAL TIME (PCR-RT) DA EFFETTUARE NELLE 36 ORE PRECEDENTI LA PARTENZA PER LA FRANCIA. In mancanza di un test PCR effettuato nelle 36 ore, si può esibire un test PCR-RT effettuato nelle 72 ore unitamente a un test antigenico effettuato nelle ultime 24 ore. All’arrivo in Francia da questi paesi, i viaggiatori dovranno sottoporsi a quarantena obbligatoria di 10 giorni.

Arrivo da tutti gli altri Paesi: 

  • obbligo di esibizione di un TEST MOLECOLARE DI TIPO PCR REAL TIME (PCR-RT) DA EFFETTUARE NELLE 72 ORE PRECEDENTI LA PARTENZA PER LA FRANCIA. Il test antigenico non è accettato, né è accettato test PCR differente da PCR-RT. All’arrivo in Francia da questi paesi, i viaggiatori dovranno sottoporsi a quarantena volontaria di 7 giorni.

Tutti coloro che entrano in Francia con qualsiasi mezzo devono compilare un’autocertificazione.
Per ulteriori informazioni, e per  il modello di autocertificazione, si rimanda al sito web dell’Ambasciata d’Italia a Parigi.
Si informa che anche per chi entra in automobile o moto se non si dispone di test PCR-RT valido, si viene respinti.

Per maggiori dettagli consultare siti web del Governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus e dell’Ambasciata d’Italia a Parigi.
In caso di febbre, tosse o difficoltà respiratorie, si raccomanda di contattare il centro SAMU (Tel. 15 numero gratuito) e di non recarsi direttamente dal medico o al pronto soccorso.

Obblighi di omologazione in Francia: i guanti

Il decreto in questione è il n.2016-1232 entrato in vigore nel novembre del 2016: obbligo per conducente e passeggeri di moto e scooter di indossare guanti da moto. La normativa è la seguente: Pubblico interessato: conducenti di un veicolo a motore, società coinvolte nella fornitura di guanti, polizia. Oggetto: Obbligo di indossare guanti per conducenti e passeggeri di motocicli, tricicli a motore, quad motorizzati o ciclomotori nel traffico. Entrata in vigore: l’obbligo di indossare i guanti entra in vigore due mesi dopo la pubblicazione dell’ordine che determina le caratteristiche dei guanti, il 20 novembre 2016. Avviso per limitare lesioni gravi alle mani e agli avambracci, il presente decreto prevede l’obbligo per i conducenti e i passeggeri di motocicli, tricicli a motore, quad motorizzati o ciclomotori di indossare guanti conformi alle norme che disciplinano i dispositivi di protezione individuale durante il viaggio. Il rispetto di questo obbligo può essere monitorato dalla polizia e sanzionato in caso di mancato rispetto con una multa di terza classe e riducendo un punto della patente di guida. L’obbligo di indossare i guanti non si applica ai conducenti e ai passeggeri di motocicli, tricicli a motore, quadricicli a motore o ciclomotori dotati di cinture di sicurezza e porte. Riferimenti: il decreto e il codice della strada, nella sua bozza risultante dalle presenti modifiche, possono essere consultati sul sito Legifrance (http://www.legifrance.gouv.fr).
Non solo guanti quindi ma è OBBLIGATORIA l’omologazione. Dovrete quindi indossare l’indumento che contenga questa figura all’interno:

Leggere l’omologazione dei guanti

Assicuratevi che i vostri guanti abbiano l’immagine qui sopra e osservate il numero in basso a sinistra: indica il livello di protezione. PROTEZIONE 1: il guanto può resistere fino ad una pressione di 5J sulle nocche e proteggere dall’abrasione per almeno 4 secondi. PROTEZIONE 2: identifica un livello fino a due volte maggiore di copertura del livello 1 Per guidare in Francia è necessario avere dei guanti con questa sigla alfanumerica sull’etichetta: EN13594.

Sanzioni

In caso di guanti non omologati è prevista una sanzione di 68 euro (che scende fino a 45 euro se pagate subito)

Altri obblighi per circolare in Francia

In Francia ci sono delle specifiche regole sulla dotazione obbligatoria per i motociclisti oltre a quella sui guanti. Per evitare sanzioni dovete avere con voi:
  • Patente
  • Carta di circolazione
  • Certificato dell’Assicurazione
  • Guanti certificati EN13594
  • Giacca catarifrangente
  • Kit pronto soccorso omolagato Din 13167 (cerotti, fasciature adesive, bende, telo sterile, forbicine, guanti in lattice e manuale)
Limiti di velocità
  • Limite di 50 km/h nei centri abitati
  • Limite di 90 km/h fuori dei centri
  • Limite di 110 km/h sulle autostrade urbane e sulle strade a doppia carreggiata separata
  • Limite di 130 km/h sulle autostrade
  • Limite di 110 km/h sulle autostrade in caso di pioggia

6 cose da sapere sulla pressione dei pneumatici

La giusta pressione dei pneumatici è indispensabile per una guida più performante e sicura. In caso di perdita di aderenza, consumo eccessivo di carburante, guida faticosa, prova a misurare la pressione prima di portare la moto dal tuo meccanico di fiducia, 1. Le 5...

Tutto quello che c’è da sapere sul libretto moto

Un documento che è indispensabile avere sempre con sé quando si circola in moto è la carta di circolazione. Questo foglio ripiegato, chiamato anche libretto moto, contiene tutte le generalità del veicolo e del proprietario. Che cos'è la Carta di Circolazione della...

5 consigli per pulire e igienizzare il casco da moto

Indispensabile e sempre ben allacciato, il casco da moto è soggetto alle intemperie, alla polvere, agli insetti, all'inquinamento e al sudore ogni volta che lo utilizziamo. E' quindi importante dedicargli del tempo per la pulizia esterna e interna. Ecco qualche...

Antifurto moto: quale scegliere?

I furti delle moto sono difficili da evitare, ne abbiamo già parlato dandoti qualche consiglio per tentare di caderne vittima. La miglior cosa da fare è comunque scegliere un antifurto che possa quantomeno scoraggiare i malviventi. In commercio si possono trovare...

Corsi di enduro: come scegliere la migliore scuola di guida fuoristrada per te

Secondo un recente sondaggio nella community di MissBiker, il 68,4% delle motocicliste vorrebbe provare a fare enduro, il 17,5% pratica enduro mentre al restante 14,1% non interessa. Qual è la scuola enduro giusta per iniziare? Quale la più adatta alle donne e quale...

Sella della moto: perchè rifoderarla, modificarla o personalizzarla

La sella della moto è senza dubbio una delle parti più importanti della nostra due ruote. Ci permette lunghi viaggi e comfort ma anche di poter far fronte a "piccoli problemi" come quelli legati alla bassa statura o alla circolazione delle gambe. Abbiamo chiesto...

Furti di moto: 7 consigli per tentare di evitarli

Le persone che amano le moto si possono dividere a grandi linee in due macro categorie: i motociclisti che le guidano e i ladri che le rubano. In tutto il mondo ogni anno i furti di moto e scooter sono centinaia di migliaia e in Italia nel 2018 ne sono stati rubati...

Dispositivi elettronici delle moto: quali sono e a cosa servono

Negli ultimi anni la tecnologia ha letteralmente invaso il mondo del motociclismo. L'elettronica nelle moto può piacere oppure no ma è indubbio che possa darci una bella mano in caso di pericolo. ABS, ABS Cornering, controllo di trazione, piattaforma inerziale sono...